Sanremo, Fiorello: "Una poltrona vuota è come Zingaretti senza la d'Urso"

La politica irrompe a Sanremo nel primo monologo di Fiorello, che ironizza sulla polemica per il tweet di Zingaretti su Barbara d'Urso

Sanremo, Fiorello: "Una poltrona vuota è come Zingaretti senza la d'Urso"

È un Sanremo anomalo, senza il pubblico a riempire le poltrone del teatro Ariston di Sanremo. Ed è su questa inconsuetudine che Rosario Fiorello, co-conduttore insieme ad Amadeus, ha impostato il suo monologo iniziale. "Su i braccioli, giù i braccioli. Voi (sedie, ndr) non avete mai potuto vedere il Festival. Su di voi c'è sempre stata la parte peggiore dell'essere umano", ha detto lo showman, cercando di ironizzare su una delle polemiche più accese che hanno accompagnato questo 71esimo festival di Sanremo. Un monologo non eccessivamente lungo per Rosario Fiorello, che dopo aver sdoganato, e fatto sdoganare ad Amadeus, la parola "culo" in prima serata, saltella tra le rosse poltrone della platea, facendo quello che negli anni non aveva mai potuto fare.

"Si comincia, e ancora non avete visto niente. Più culi per tutti", ha detto Rosario Fiorello risalendo sul palco dell'Ariston per raggiungere Amadeus. A quel punto, Fiorello chiude il monologo sulle poltrone vuote, prima ricordando i lati b famosi che negli anni si sono accomodati su quelle sedute, e poi con un parallelismo che pesca a piene mani dalla stretta attualità dell'ultima settimana: "C'è un detto: una poltrona senza culo è come Zingaretti senza la d'Urso". Il riferimento di Fiorello è a un tweet di sostegno alla conduttrice Mediaset fatto da Nicola Zingaretti pochi giorni fa, nella prospettiva (poi smentita) che Live - Non è la d'Urso chiudesse in anticipo. Da quel post social di poche parole è nata una polemica che ha visto in campo numerose firme di rilievo del giornalismo, ma anche parlamentari e politici che hanno analizzato le parole del segretario del Partito democratico, traendo anche spunto dall'ironia del web. La stessa Barbara d'Urso ha aperto l'ultima puntata del suo show serale commentando l'accaduto in diretta su Canale5.

Lo sketch di Fiorello, però, non si interrompe così e prosegue: "C'è anche il nuovo slogan del Pd, non lo sai? È: Cici, col cuoreeee". Fiorello ha preso in prestito il noto saluto di Barbara d'Urso al termine delle sue trasmissioni, una frase per la quale la conduttrice oggi è universalmente riconosciuta, e l'ha trasformata nel nuovo ipotetico slogan del Partito democratico, visto l'endorsement di Zingaretti. Nessun applauso in sala per Fiorello, che ha continuato a scherzare sulle poltrone vuote, mentre Amadeus, come accaduto lo scorso anno, gli fa da spalla per appoggiare le battute del suo monologo.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento