Sanremo, i veri vincitori della 71esima edizione

Spin Factor ha analizzato il sentiment social e delle piattaforme di streaming e YouTube dopo Sanremo: ecco chi ha più successo dopo il Festival

Sanremo, i veri vincitori della 71esima edizione

Sabato notte, anzi, domenica alle 2.39 del mattino, si è conclusa la 71esima edizione del festival di Sanremo, la prima senza il pubblico a riempire le poltrone del teatro Ariston, vuote come quelle di tutti gli altri teatri italiani. Amadeus e Fiorello hanno accompagnato il pubblico a casa per cinque lunghe serate, cercando di aprire una parentesi di normalità in un momento drammatico per il Paese. I risultati in termini di ascolti non sono stati esaltanti rispetto allo scorso anno ma le canzoni in gara stanno già riscuotendo un certo successo. Al di là delle polemiche per i tanti cantanti sconosciuti al pubblico generalista che segue il festival di Sanremo, superando l'iniziale diffidenza nel leggere nomi come Coma Cose o La Rappresentante di lista, i brani sanremesi di quest'anno piacciono, così com'è piaciuto il Festival. Lo dimostra l'analisi effettuata dall'agenzia Spin Factor attraverso la piattaforma di web e social listening Human, che in un report in esclusiva per IlGiornale.it ha preso in considerazione i canali Youtube, Spotify, Instagram e Facebook collegati o collegabili ai cantanti in gara e alla competizione.

"In questa fase c’è grande bisogno di momenti di unità. E il sentiment largamente positivo che si è creato attorno all’edizione 2021 di Sanremo lo dimostra. Dall’analisi semantica non emergono parole o combinazioni di parole negative. È stata accolta in maniera più controversa l’esibizione di alcuni cantanti, ad esempio Achille Lauro, o la polemica sull’invito di Chiara Ferragni ai suoi fan/follower di votare per il marito Fedez. In entrambi i casi, resta comunque una forte polarizzazione sul dato positivo", ha spiegato Tiberio Brunetti, fondatore e amministratore di Spin Factor.

L'agenzia ha preso in considerazione, a diversi livelli, i dati dal 2 marzo e fino all'8 marzo, considerando una finestra temporale di sei giorni con decorrenza dal giorno in cui è iniziato il festival di Sanremo. Dal report si evince che la seconda edizione targata Amadeus e Fiorello ha ottenuto un buon riscontro di pubblico. Le rilevazioni Spin Factor riportano un sentiment positivo del 53,85%, neutro del 42,30% e solo il 3,85% negativo. Sono dati ottenuti sulla base di 100.570 tra post e commenti relativi al festival di Sanremo pubblicati su Facebook, Instagram e Twitter, dal 2 al 7 marzo. Sullo stesso campione di messaggi social, Spin Factor ha rilevato che la parola maggiormente utilizzata, oltre a Festival e Sanremo, è stata Ermal. Il riferimento è al cantante Ermal Meta, che per due sere è stato in vetta alla classifica per poi chiudere al terzo posto, dietro Francesca Michielin-Fedez e i Maneskin.

A proposito dei cantanti in gara, Spin Factor ha redatto una classifica in base al sentiment dal 2 al 7 marzo, che vede Annalisa primeggiare con il 70.31% di commenti positivi. Alle sue spalle Ermal Meta con il 66,67% e a seguire i Maneskin (66,15%) e Noemi (65,77%). Chiudono questa top ten Fasma al decimo posto con il 58,93% e i Coma Cose con il 61,54%. Spotify, invece, stando alla rilevazione Spin Factor fino alle ore 10:00 a.m. dell’8 Marzo 2021, premia Francesca Michielin e Fedez con 3.142.865 di stream. A sorpresa, alle spalle del duo più social, si è piazzata Madame con 2.687.003 ascolti. Al terzo posto i Maneskin, vincitori dell'edizione, con 1.940.738 stream. La stessa analisi effettuata da Spin Factor sui canali dei cantanti o i canali delle relative etichette su YouTube vede sempre al primo posto la coppia composta da Fedez e Francesca Michielin con 5.349.985 visualizzazioni del video. Al secondo posto su YouTube, invece, ci sono i Maneskin con 3.156.064 visualizzazioni e dietro di loro, con un ampio margine di distacco, Colapesce Dimartino con 1.833.717.

Vista la quasi concomitanza con l'8 marzo, Spin Factor ha analizzato anche il ruolo della donna nel Festival ed emerge con grande forza la quantità di interazioni polemiche per il monologo di Barbara Palombelli nella serata del venerdì. A scatenare le reazioni sono state soprattutto le parole della giornalista su Luigi Tenco, non gradite dalla famiglia e da molti telespettatori in ascolto. "Sia il monologo di Barbara Palombelli, sia la scelta di conduttori principali uomini e di donne subalterne sul palco, hanno dato l’idea di stereotipi datati. In sintesi possiamo dire che la musica quest’anno a Sanremo ha trionfato andando oltre i luoghi comuni. Sarebbe il momento che anche il format generale, a livello di impostazione e contenuti, seguisse l’esempio", ha concluso Tiberio Brunetti.

Commenti