Scienziati, scrittori e artisti: gli Youtuber "intelligenti"

In un mondo di ciarlatani, vanno cercati i personaggi più competenti, da Adrian Fartade a Rick DuFer e Nioi

Che cos'è uno Youtuber? Una persona che fa video su Youtube, anche molto seguita, in genere non particolarmente intelligente, perché in rete più fai cose stupide più raccogli follower (e su Youtube più iscritti hai più guadagni). È per questo che quando si invoca il «popolo della Rete» non è che ti venga in mente la Royal Society a cui erano iscritti Newton e Darwin, piuttosto un circo di dementi.

Di Youtuber idioti ce ne sono tanti, e più sono fenomeni da baraccone più hanno iscritti. Gemmadelsud, per esempio, è una ragazza cicciotella che canta e balla storpiando canzoni inglesi e dice idiozie a raffica, o realizza tutorial per truccarsi orribilmente come lei, un milione e passa di iscritti. Come un altro milione di iscritti li ha un certo Francesco Sole, che raccoglie consensi con video demenziali dove spiega «come prendere dei bei voti senza studiare» (io licenzierei gli insegnanti che glieli hanno dati, i bei voti, ammesso li abbia presi).

Eppure con ci sono solo personaggi da strapazzo del genere, ma anche Youtuber intelligenti, molti dei quali sponsorizzati dal grande Dario Bressanini, il primo da seguire se avete un cervello, per i suoi preziosi video dove sfata chimicamente molti miti alimentari, e magari non essere più contro gli OGM per partito preso, o smettere di credere che mangiare glutine faccia male anche se non siete celiaci. Come si definisce lui stesso, con gigantografia di Spiderman alle spalle, «benvenuti sul canale del vostro amichevole chimico di quartiere».

Da non perdere il canale Vivi everyday, è di una giovanissima storica che vi svela molte documentate curiosità. Per esempio come era l'igiene nel Medioevo (uno schifo), le punizioni subite dalle donne nella Storia, l'orrore dei piedi di loto cinesi, i retroscena sull'acconciatura di Maria Antonietta e molto altro. Oneira è invece il canale di un giovane appassionato di aeronautica che vi dice di tutto e di più sugli aerei, delle vere e proprie lezioni: come si leggono le carte aeronautiche? Cosa sono gli spazi aerei riservati? Com'è fatta una fusoliera? Cos'è il vento relativo? È bravissimo sebbene non sia laureato, ma tanto non lo sono neppure la maggior parte dei nostri ministri.

Se invece volete volare più in alto, e perdervi nello spazio, non perdetevi il canale link4universe, di Adrian Fartade, nato in Romania nel 1987, dal 2002 in Italia dove si laurea in Storia e Filosofia specializzandosi in Storia dell'esplorazione spaziale. Con un linguaggio immediato e spigliato vi spiega (senza dire cavolate) cosa sono i buchi neri, cos'è la materia oscura, cosa sono le macchie solari o qual è la galassia più grande dell'universo. Volendo potete alternarlo alle conferenze caricate su Youtube dalla Festa della Scienza di Foligno degli astrofisici Eugenio Coccia, Fernando Ferroni o Patrizia Caraveo.

Per salvarvi da Diego Fusaro, di cui non se ne può più, c'è il canale di Rick DuFer, alias Riccardo Dal Ferro. Laureato in filosofia, pizzetto e orecchino, spazia in ogni campo, dalla critica cinematografica all'arte di saper cambiare idea. Ha anche pubblicato il libro Elogio dell'idiozia (Tlön Edizioni), perché «ognuno di noi è sempre l'idiota di qualcun altro». Per essere idioti consapevolmente, in modo intelligente.

Se siete donne e amate i tutorial di trucco, non perdetevi il canale di Beatrice Mautino. Laureata in biotecnologie industriali e autrice di molti libri (ha anche una rubrica su Le scienze, La ceretta di Occam), a ogni puntata vi rivela simpaticamente (e scientificamente) tutti gli inganni su trucchi e cosmetici. Per tenervi scientificamente informati potete però seguire anche i notiziari (realizzati proprio in formato telegiornale), della giornalista scientifica Silvia Kuna Ballero, e scoprire perché Urano puzza di uova marce o restare più incollati che a un'apertura sensazionalistica di Enrico Mentana, quando la Ballero annuncia «paura e terrore intorno a Marte» (in realtà il nome greco dei due satelliti marziani, Phobos e Deimos).

Se siete appassionati di videogiochi sparatutto (come Call of Duty), per favore non seguite Cicciogamer (al quale Mondadori ha pubblicato perfino un libro, Io, me e me stesso), seguite Leonardo Nioi, meglio conosciuto come VeloX. Sappiate però che l'antesignano degli appassionati di COD, il genio del gruppo, si chiama Verax, vero nome Michele Merelli, famoso per il suo saluto iniziale ai follower «Bella a tutti zii strakenzi» (non chiedetevi cosa significhi strakenzi, non lo sa neppure lui), il quale ha smesso di fare video su Call of Duty e si è appena laureato in Olanda (a ventitré anni) in nanotecnologie, alla faccia di tutti gli altri che sono rimasti incollati al joystick. Nei suoi ultimi video Verax vi parla di tutto, soprattutto di se stesso e del suo percorso di studi, e è un piacere ascoltarlo. Ha perfino un blog, dove scrive meglio di tanti scrittori italiani. Insomma, chi l'ha detto che gli Youtuber sono tutti scemi, basta non essere scemi noi e seguire quelli intelligenti.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.