"Voleva nascondere qualcosa...": l'ultimo gesto della Carrà

Pochi giorni prima di morire, Raffaella Carrà ha regalato un immobile di sua proprietà alla Misericordia di Porto Santo Stefano

"Sembrava volesse nascondere qualcosa...": l'ultimo gesto di Raffaella Carrà

Raffaella Carrà sapeva che stava finendo i suoi giorni su questa Terra e probabilmente non voleva andare via senza fare un ultimo grande gesto di generosità, come tanti ne ha fatto nella sua vita. A raccontarlo è stato il profilo Facebook della confraternita Misericordia di Porto Santo Stefano, che il giorno dopo la scomparsa della Carrà ha voluto rivelare quanto accaduto poche settimane prima in uno studio notarile di Roma, con tanto di foto come testimonianza dei fatti.

Raffaella Carrà non sarebbe quasi riconoscibile se non fosse per l'iconico caschetto biondo che ne ha caratterizzato la carriera dagli anni Settanta in poi. Occhiali scuri e mascherina sul volto, la showgirl ha posato per quella foto insieme a Roberto Cerulli, governatore della Misericordia, forse consapevole che fosse la sua ultima immagine pubblica. E non ha voluto che trasparisse la sofferenza per la malattia che se la stava portando via.

"Mi chiamò qualche giorno prima: 'Roberto, sono Raffaella ho pensato una cosa: vorrei donarvi un mio immobile che ho a Porto S. Stefano. Potrete farci le vostre attività…'. E io ancora senza parole. Tentai di ringraziarla… Ma niente: non me lo permetteva. Ci avrebbe regalato un suo fondo di oltre 160 metri quadrati a Porto S. Stefano in Via Panoramica", si legge nella nota pubblicata su Facebook. Non era la prima volta che la Carrà aveva slanci di generosità nei confronti della confraternita. Per lei Porto S. Stefano era il buen ritiro, il suo rifugio privatissimo, un luogo in cui si sentiva al sicuro e al riparo dal mondo quando voleva ritagliarsi dei momenti per sé.

Il racconto di Roberto Cerulli della Misericordia di Porto Santo Stefano continua: "La incontrammo a Roma dal notaio. E anche lì la sua presenza si caratterizzo dall’accoglienza, dalla disponibilità e dalla dolcezza. Intrattenne con noi tanti discorsi e come accennavamo a qualche tipo di ringraziamento sviava sempre il discorso". Quindi, quel presentimento: "Nonostante la sua dinamicità di sempre rimase con gli occhiali scuri e la mascherina ben messa: sembrava che volesse nascondere qualcosa… E forse, alla luce di questa tragedia, penso volesse tenere per sé il suo brutto segreto e non mostrarlo a nessuno".

Raffaella Carrà non ha rivelato a nessuno di aver sviluppato un carcinoma polmonare. Solo le persone più strette ne erano a conoscenza, le altre sono state tenute all'oscuro dalla showgirl, che in questo modo ha voluto preservare il ricordo della sua arte senza offuscarlo da quello della malattia. "Ci salutammo semplicemente, con una foto ricordo che quasi non voleva fare", aggiunge Roberto Cerulli, che poi ha rivelato un dettaglio: "Alla mia domanda: 'Signora posso fare un piccolo comunicato per rendere pubblica questa donazione?'. 'No Roberto, non è il momento…'. E con il suo atteggiamento evasivo mi fece capire che avremmo dovuto aspettare un po’ a dirlo".

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti