Cultura e Spettacoli

Il signore degli anelli e l'incidente di Viggo Mortensen che modificò alcune scene

Il signore degli anelli - La compagnia dell'anello è il primo capitolo della saga cinematografica di Peter Jackson, in cui il regista dovette fare i conti anche con un incidente avvenuto durante le riprese a Viggo Mortensen

Il signore degli anelli e l'incidente di Viggo Mortensen che modificò alcune scene

Il signore degli anelli - La compagnia dell'anello è il primo capitolo cinematografico con cui Peter Jackson ha portato sul grande schermo l'epopea e caposaldo del fantasy firmato da J.R.R. Tolkien. Mentre su Prime Video è arrivata la serie prequel, Italia 1 mette oggi nel proprio palinsesto il film alle 14.21.

Il signore degli anelli - la compagnia dell'anello, la trama

Bilbo (Ian Holm) è un hobbit elettrizzato per la sua festa di compleanno, a cui ha invitato mezza Contea e non solo. Tra gli invitati, infatti, c'è anche lo stregone Gandalf (Ian McKellen), con il quale in passato aveva vissuto una straordinaria avventura. Ma è proprio Gandalf a rendersi conto che c'è qualcosa che non va e ben presto scopre che l'amico hobbit vuole lasciare la Contea e la sua casa, insieme a un misterioso anello dal quale però non riesce a liberarsi. Gandalf, però, lo convince a lasciarlo in eredità al nipote Frodo (Elijah Wood). Sarà quest'ultimo a partire per una missione per portare l'anello a Gran Burrone, dimora degli Elfi.

Il gioiello, infatti, appartiene all'Oscuro Signore Sauron, che vive a Mordor e spera di far cadere l'oscurità su tutta la Terra Di Mezzo. Ma gli elfi annunciano che non nasconderanno l'anello e che l'unico modo per distruggerlo è andare sul Monte Fato e gettarlo nel fuoco. Frodo, così, partirà per una missione difficilissima. Guidato da Gandalf e insieme agli amici Sam (Sean Astin), Merry (Dominic Monaghan) e Pipino (Billy Boyd), agli umani Aragorn (Viggo Mortensen) e Boromir (Sean Bean), all'elfo Legolas (Orlando Bloom) e al nano Gimli (John Rhys-Davies), Frodo affronterà l'oscurità crescente nella sua terra, ma anche numerose minacce, come quella rappresentata dalla creatura Gollum (Andy Serkis).

Cosa è successo nelle miniere di Moria?

Il signore degli anelli - La compagnia dell'anello è una pellicola che ha il compito di introdurre gli spettatori al mondo immaginato da Tolkien e che quindi si prende i suoi tempi per dare delle spiegazioni e offrire punti di riferimento a chi guarda. Nonostante questo, però, il primo film di Peter Jackson non ha mai davvero rinunciato all'azione o al respiro epico che si avverte per tutta la trilogia. Un'epicità che passa anche attraverso i luoghi descritti e mostrati durante il film, come Gran Burrone, dimora degli elfi, o le miniere di Moria, un tempo grandiose città scavate nella pietra dai nani e ora memento di un'epoca finita. E sono state proprio le splendide scene di Moria che hanno dovuto subire dei cambiamenti a causa di un incidente avvenuto durante la produzione del film.

Durante le riprese de Il signore degli Anelli - La compagnia dell'anello, come riporta il sito Looper, Billy Boyd e Dominic Monaghan (gli interpreti degli hobbit Pipino e Merry) convinsero Viggo Mortensen ad andare a fare surf insieme. Non era raro che il cast della pellicola approfittasse delle splendide coste della Nuova Zelanda per praticare quel preciso sport. Proprio durante una di queste uscite sulla tavola da surf, Viggo Mortensen venne spazzato via da un'onda, cadde e finì per ferirsi in volto. Aveva un occhio nero ed escoriazioni su metà del viso. Come racconta il sito dell'Internet Movie Data Base, il giorno dopo l'incidente il team addetto al trucco cercò in ogni modo di usare il make-up per nascondere i lividi, ma senza successo. Alla fine, dunque, il regista Peter Jackson fu "costretto" a girare riprendendo Viggo Mortensen da un solo lato del volto. Se si fa attenzione, infatti, durante le scene dentro Moria - e soprattutto in quella in cui viene ritrovata la tomba di un nano - si noterà come l'attore appaia sempre di profilo e il suo volto intero non venga ripreso nemmeno una volta.

Commenti