Bizzarri silura i grillini dopo il voto su Rousseau: "Ci avete presi per il c..."

Luca Bizzarri entra a gamba tesa nell'orgoglio dei pentastellati dopo il voto su Rousseau, che di fatto sovverte i principi base del Movimento di Beppe Grillo

Bizzarri silura i grillini dopo il voto su Rousseau: "Ci avete presi per il c..."

Il Movimento 5 Stelle, lo stesso del Vaffaday, per intenderci, è nato per sovvertire il sistema ma sono bastati pochi anni e qualche poltrona per entrare a farne parte con tutti i crismi. Oggi si è scritto il capitolo finale di questa trasformazione involutiva a opera della mitologica piattaforma Rousseau. I due quesiti posti da Vito Crimi al popolo ristretto degli eletti del Movimento, hanno ricevuto voto favorevole. Quindi, sì alla modifica del mandato zero per i consiglieri comunali e sì alle alleanze con i partiti tradizionali. Impossibile, per uno come Luca Bizzarri, non commentare i risultati di Rousseau con il solito taglio velenoso e politicamente scorretto.

Dov'è il Movimento 5 Stelle duro e puro di Grillo e Casaleggio? Ormai è rimasto solo nei ricordi di qualche filmato che inizia a sentire il peso del tempo che passa. Il primo punto è stato votato positivamente da una maggioranza molto ampia, che ha superato l'80% delle preferenze su quasi 50.000 votanti. Per le alleanze il risultato non è certo netto, con una risposta affermativa che non ha toccato nemmeno il 60%. I pentastellati sono particolarmente attivi sui social e hanno una propria nicchia di discussione nella quale commentano continuamente quanto avviene in Italia, utilizzando di volta in volta gli hashtag suggeriti.

Capita, però, che qualcuno si muova verso altri lidi ed esca allo scoperto, commentando per esempio i post di uno come Luca Bizzarri, che molto spesso fornisce la sua opinione irriverente sulla politica e l'attualità del Paese. Con quasi 1,5 milioni di seguaci, l'attore e sceneggiatore è uno dei personaggi italiani più seguiti e tra i suoi follower ci sono anche molti sostenitori dei 5 Stelle. Capita, quindi, che a una sua opinione risponda prima un grillino, poi un altro e un altro ancora, fino a che Luca Bizzarri viene subissato di commenti e critiche da parte di uno sciame di ferventi sostenitori.

Oggi, è Bizzarri a gettare l'amo subito dopo l'esito del voto su Rousseau. "Ma quelli di voi (ci sono) che hanno creduto, si sono spesi e hanno subito lo scherno di quelli come me, che hanno sperato, oggi, dopo un voto online il 14/8 che sancisce che era tutta una balla e che sarete alleati col partito di Bibbiano, ecco, non si sentono presi per il culo?", ha scritto l'attore. Evidentemente no, almeno stando ai commenti che sta ricevendo sotto il tweet. Come nella miglior tradizione, e in linea con le giravolte fatte dai vertici, anche la base si adegua e così si scopre che "si devono accettare le regole minime di sopravvivenza. L’importante è rimanere puliti e cacciare chi tenta di sporcare il movimento". Sono proprio lontani i tempi del Vaffaday...