La vendetta di Meghan: "Non mostrerà più i suoi figli alla Regina"

Meghan Markle non andrà all’inaugurazione della statua dedicata alla principessa del Galles? Ecco cosa sta succedendo

La vendetta di Meghan: "Non mostrerà più i suoi figli alla Regina"

Il prossimo 1° luglio sarà un giorno speciale per William e Harry. Dopo mesi di attesa verrà svelata, a Sunken Garden (Kensington Palace), la statua che raffigura Lady Diana. Un monumento alla principessa che, proprio quel giorno, avrebbe compiuto 60 anni. Dalle indiscrezioni filtrate finora sappiamo che i figli di Lady D. terranno due discorsi separati in memoria della madre, sintomo piuttosto evidente che la pace tra i fratelli è ancora lontana. Sull’evento, però, aleggia un dubbio: Meghan Markle rimarrà in California con i figli, visto che la secondogenita, Lilibet Diana, è nata da pochi giorni, lo scorso 4 giugno, oppure accompagnerà il marito? Gli esperti sono divisi e c’è chi è pronto a scommettere persino che Meghan non tornerà mai più in Inghilterra e non permetterà a Harry neppure di portarvi i figli.

Archie e Lilibet Diana strumenti di vendetta?

Una fonte ha rivelato a Radar: “[Meghan] sa quanto sia stato difficile, [per Harry], partecipare da solo al funerale di suo nonno” e, a quanto pare, non vorrebbe che il marito ripetesse l’esperienza. L’insider sottolinea anche che la freddezza della royal family in quell’occasione e il fatto che il duca di Sussex “sia stato snobbato dalla maggior parte dei parenti” e prosegue: “Meghan e Harry sanno che l’evento sarà dominato dal principe William, da Kate e dai loro figli. I Cambridge chiamano casa Kensington Palace e hanno lavorato febbrilmente per fare in modo che l’evento sia impeccabile. Quel giorno non sarà solo un omaggio a Diana per ciò che sarebbero stati i suoi 60 anni, ma anche un’opportunità per William di assumersi la responsabilità dell’eredità materna”.

Il Mirror riporta che la duchessa di Sussex sarà “l’ospite segreta” all’inaugurazione della statua. L’esperto Phil Dampier, invece, è di tutt’altro avviso e, al Sun, ha ribattuto: “[La presenza della duchessa] trasformerebbe l’evento in un circo. Sminuirebbe il senso dell’inaugurazione, che è quello di ricordare Diana”. Dampier, poi, va ben oltre la convinzione che la duchessa di Sussex rimarrà in California il 1° luglio 2021 e sull’Express si sbilancia: “Meghan Markle non toccherà mai più il suolo britannico. La mia opinione è che Meghan non tornerà più nel Regno Unito”.

Secondo l’esperto il rifiuto dell’ex attrice farebbe parte di una vendetta ai danni della royal family. La Markle, sostiene ancora Dampier, potrebbe persino impedire alla Regina di incontrare, per i 60 anni di Diana ma anche in futuro, Archie e Lilibet Diana. Ipotesi supportata anche dalla reporter di ITV News Lizzie Robinson, che su Twitter conferma l’assenza di Meghan allo svelamento della statua di Lady D e chiosa: “Non so perché non voglia andare e portare con sé la bambina. E non so se permetterà a Harry di portare Archie senza di lei”. Possiamo solo attendere il giorno fatidico per vedere quale scenario si concretizzerà. Dobbiamo anche considerare, però, che la secondogenita dei duchi è ancora troppo piccola per affrontare un viaggio fino a Londra.

Essere o non essere all’inaugurazione della statua di Diana?

Tuttavia c’è da considerare anche il rovescio della medaglia. La duchessa di Sussex potrebbe aver intuito che restare sempre nell’ombra di Montecito non gioverebbe affatto alla sua immagine. Allo stesso modo, impedire alla royal family di vedere i bambini le attirerebbe solo guai e, magari, perfino il ritiro dei titoli. Addirittura la possibile partecipazione al disvelamento della statua di Lady Diana nasconderebbe una certa smania di presenzialismo della duchessa.

Stando all’opinione della giornalista australiana Daniela Elser, Meghan Markle non avrebbe digerito l’incontro tra Kate Middleton e Jill Biden, la moglie dell’attuale presidente degli Stati Uniti, a margine del G7 in Cornovaglia. L’esperta dichiara: “Kate è riuscita a ottenere ciò che sua cognata Meghan, la duchessa di Sussex, brama da lungo tempo, almeno secondo quanto riportato: arrivare ai vertici del firmamento politico americano” e aggiunge: “Kate…ha stabilito un nuovo livello di vicinanza tra la royal family e la Casa Bianca”. Un’intesa ben visibile in occasione della visita della duchessa e della First Lady alla Connor Downs Academy di Hayle, durante la quale entrambe hanno tenuto un discorso sull’emancipazione femminile e i diritti dei bambini in età prescolare.

Questa complicità tra Kate Middleton e Jill Biden potrebbe aver irritato Meghan Markle. Come evidenzia anche Marie Claire, forse la duchessa di Sussex è persino pentita della Megxit. Se non avesse abbandonato in fretta e furia la corte, avrebbe potuto partecipare anche lei agli appuntamenti del G7, stabilire un contatto con i Biden, soprattutto in vista di una presunta candidatura di Meghan alle presidenziali americane.

Se così fosse, non avrebbe senso impedire a Harry di portare Archie e Lilibet Diana a corte. A questo punto la duchessa ha due possibilità: tornare spinta dal rimorso (con i bambini o senza), oppure non farsi più vedere per ripicca, ma a suo rischio e pericolo. Una cosa sembra quasi certa. Se non accompagnerà il principe Harry, di conseguenza non dovremmo vedere all’evento per i 60 anni di Diana nemmeno Kate Middleton. Sembra che la duchessa di Cambridge abbia già preso accordi col marito in merito, in modo da non far sfigurare Meghan. L’ennesima accortezza di Kate nei confronti della cognata che, forse, non vuole più vedere né lei né il resto della famiglia.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti