"Vi sbagliate. Sono io a postare i video". Britney Spears rompe il silenzio

Dopo tutte le polemiche ed illazioni possibili riguardo allo stato emotivo di Britney Spears e su chi gestirebbe i suoi social, la cantante rompe il silenzio con un video indirizzato a quanti non le credono: sarebbe lei in persona a postare i video su Instagram

Dopo il mistero dei post “controllati” sul profilo di Britney Spears degli ultimi tempi, la reginetta del pop in persona parla a quanti non credono che ad occuparsi dei suoi social sia lei, pubblicando un video su Instagram.“Per quanti di voi credono che non sia io a postare i miei video sul profilo: vi sbagliate. Ho girato questo video ieri. In ogni caso, spero vi piaccia”. Queste le parole della cantante americana, alle quali segue un video in cui balla sexy, al ritmo di “Man down” di Rihanna.

Ma nonostante la Spears abbia rassicurato i tanti fan che sarebbe proprio lei a pubblicare video e foto, le critiche sotto il post sono parecchie e tutte riguardano l’aspetto di Britney, secondo quasi tutti trascurato al punto da lasciar intravedere il suo malessere.“Io sono uguale a lei quando torno a casa da una nottata passata a bere e dopo aver dormito truccata”, ha commentato una ragazza, mentre un’altra scrive: “Il tuo makeup artist e il parrucchiere dovrebbero essere licenziati”, e ancora: "I suoi occhi sembrano malati, c’è qualcosa che non va in lei. Prego davvero che si riprenda”.

Il sospetto che i social della cantante fossero gestiti dal suo entourage è emerso durante il suo periodo di rehab in clinica, soggiorno che sarebbe avvenuto contro la sua volontà. Sebbene all’epoca del ricovero la 37enne americana aveva rassicurato i fan di stare bene, al termine del'allontamento ha in seguito affermato in tribunale di essere stata costretta ad entrare in rehab dal suo staff.

Un post condiviso da Britney Spears (@britneyspears) in data:

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.