"Una caccia alle streghe. Intervenga la Rai": "bomba" sulla Lucarelli

Caos dopo la puntata di Ballando con le stelle: Mietta, positiva al Covid, ha evitato la domanda sul vaccino di Selvaggia Lucarelli

"Una caccia alle streghe. Intervenga la Rai": "bomba" sulla Lucarelli

Momenti di confusione nel corso dell'ultima puntata di Ballando con le stelle. Mietta, concorrente di questa edizione, è risultata positiva al Covid e non ha potuto partecipare alla gara. La cantante si è collegata dalla sua abitazione dimostrando di essere comunque in buona salute. Ma il contagio ha aperto il dibattito vax/no vax in prima serata su Rai 1 per bocca di Selvaggia Lucarelli che, nel corso della chiacchierata con Mietta, ha detto: "Mi auguro che tutti i concorrenti e i ballerini siano vaccinati". La cantante ha cercato di cambiare di discorso, ha tergiversato e non ha risposto al giudice, che non si è fatto sfuggire l'occasione: "Ti vedo sulla difensiva Mietta. Ci stai dicendo qualcosa?".

L'attacco frontale di Selvaggia Lucarelli ha scatenato le polemiche in rete ed è partito un vero e proprio assalto contro Mietta. In tanti hanno appoggiato l'atteggiamento del giudice, altrettanti si chiedono se il comportamento della giornalista sia stato consono. A quest'ultima categoria appartiene il Codacons, che stamattina ha rilasciato un comunicato particolarmente duro nei confronti di Selvaggia Lucarelli.

L'associazione dei consumatori, infatti, denuncia "una gravissima violazione del diritto alla privacy avvenuta ieri nel corso della puntata di Ballando con le stelle, che ha scatenato una caccia alle streghe su web e social network a danno di una concorrente del programma, Mietta, e che ci porta oggi a chiedere interventi urgenti ai vertici Rai". Dal Codacons precisano di essere "da sempre favorevoli alla vaccinazione contro il Covid" ma, "così come contestiamo gli eccessi e le violenze dei no-vax, allo stesso modo dobbiamo stigmatizzare il comportamento aggressivo di chi, in diretta tv, ha lanciato una 'inquisizione' per sapere se concorrenti e ballerini della trasmissione si fossero sottoposti al vaccino".

Nella sua lunga nota, il Codacons si rifà alla vigente normativa sulla tutela della privacy, che regolamenta soprattutto la riservatezza dei dati sanitari dei cittadini. Per questo motivo, spiega l'associazione, "chiedere in diretta televisiva, davanti a milioni di spettatori, dettagli circa aspetti riservati legati alla salute e alle scelte private di una concorrente, appare un gesto molto grave e sanzionabile nelle sedi opportune". Il Codacons, pur nell'evidenziare l'importanza della vaccinazione, ha ricordato che "in Italia nessuna legge impone la vaccinazione anti-Covid obbligatoria, e nessun cittadino può essere discriminato sulla base delle scelte in tema di vaccini".

Per questo motivo il Codacons ha evidenziato come le parole di Selvaggia Lucarelli abbiano "avviato una pericolosissima caccia alle streghe su web e social network, con migliaia di insulti e minacce ai danni della cantante Mietta che, giustamente, ha ritenuto di non fornire risposta a domande che violavano in diretta tv la sua privacy". È per questo che l'associazione dei consumatori ha deciso di rivolgersi direttamente a Milly Carlucci e alla dirigenza Rai,"affinché intervengano su quanto accaduto ieri, riportando equilibrio nella trasmissione ed evitando discriminazioni legate alle scelte personali dei concorrenti ".

In serata, la Rai ha fatto sapere di non essere a conoscenza dello stato vaccinale di Mietta. Le procedure anti Covid previste dai protocolli del programma state tutte rispettate e questo ha permesso di ondividuare la positività.

Commenti