Dopo l'aggressione Brumotti torna tra i pusher

L'inviato di Striscia è tornato a Milano a quasi un anno di distanza dalle violenze subite per mano degli spacciatori e le immagini mostrano come il spaccio di droga sia ancora attivo

Dopo l'aggressione Brumotti torna tra i pusher

Vittorio Brumotti torna a Striscia la Notizia dopo una lunga pausa e lo fa con l'ennesimo servizio sullo spaccio di droga. Teatro delle nuove riprese un luogo che l'inviato del tg di Antonio Ricci conosce bene e che lo ha visto finire vittima delle violenze dei pusher: Porta Venezia nel cuore di Milano.

Vittorio Brumotti è tornato in via Fiume dove, nel maggio scorso, venne brutalmente aggredito da un gruppo di spacciatori. L'inviato venne colpito più volte alla testa e perse addirittura conoscenza per alcuni minuti. Solo il tempestivo soccorso delle forze dell'ordine riuscì a salvare lo sportivo dal continuo pestaggio. Un'aggressione violenta che gli costò addirittura il ricovero in ospedale. A nove mesi da quel brutto giorno, Vittorio Brumotti è voluto tornare a Porta Venezia - zona simbolo della città milanese popolata da famiglie e universitari - per documentare quanto lo spaccio di cocaina sia ancora dilagante tra le vie del quartiere. "Tra fiumi di cocaina e quasi 70 spacciatori, che sotto gli occhi di tutti vendono morte", aveva detto a maggio 2020.

Con l'aiuto delle telecamere nascoste di Striscia la notizia Vittorio Brumotti è tornato in sella alla sua bike e ha immortalato con immagini e video inequivocabili come decine di pusher operino indisturbatamente nell'illegalità vendendo cocaina. Nulla è cambiato a poco meno di un anno dalla sua aggression. Lo spaccio è ancora attivo e radicato nella zona. Solo l'incursione a sorpresa della polizia locale, chiamata da Brumotti, ha interrotto la "compravendita di morte", come l'ha definita spesso l'inviato di Striscia.

L'ultimo servizio realizzato dal campione di bike trial risale al novembre scorso, quando Brumotti aveva documentato lo spaccio nel quartiere San Basilio a Roma. Anche in quell'occasione non erano mancate le minacce e le intimidazioni all'indirizzo dell'inviato del tg satirico di Canale 5. L'intervento delle forze dell'ordine, però, aveva impedito una nuova aggressione. A Porta Venezia, nel cuore di Milano, Vittorio Brumotti è tornato consapevole di quanto avrebbe trovato dopo le numerose segnalazioni ricevute da chi vive nel quartiere. Al termine delle perquisizioni i poliziotti hanno fermato uno dei presunti pusher per portarlo in commissariato ed effettuare ulteriori accertamenti. Le immagini integrali del servizio firmato da Brumotti andranno in onda nella prossima puntata di Striscia la notizia.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti