Voice, Amici, X Factor: la settimana dei talent in cui vince la musica

Domani finalissima su Raidue e sabato su Canale 5. Mentre Simona Ventura e la popstar Mika scelgono i nuovi concorrenti

Voice, Amici, X Factor: la settimana dei talent in cui vince la musica

Ma, almeno, abbiamo voglia di cantare. In questo mondo che pare sempre sul punto di crollare, il pubblico si sintonizza ancora in massa sui talent per seguire le virtuose performance dei loro beniamini. Nulla scalfisce la forza degli show musicali, unico genere, insieme alla fiction (Montalbano docet) e all'informazione che regge in tempi di crisi.
Coincidenza vuole che, in pochi giorni, si consumino due finali e una prima puntata delle trasmissioni musicali più importanti: domani ultima serata di The Voice, il nuovo show di Raidue; sabato quella di Amici, che chiude l'ennesima edizione di successo; sabato e domenica prime audizioni (registrate) di X Factor a Genova che diventeranno la prima puntata di metà settembre su Sky. Insomma, la settimana dei talent. Tre programmi, per certi versi simili, che, nonostante l'inflazione e la contemporaneità, mantengono un pubblico fedele e vasto.

Prendiamo il primo «finalista», The Voice, l'ultimo nato: nonostante i continui rinvii della partenza, nonostante il giorno difficile di messa in onda (il giovedì), è riuscito a ricavarsi una bella fetta di pubblico: la media è stata finora del 13,6 per cento e di 3 milioni 280mila spettatori che, per una rete in difficoltà come Raidue, non è niente male, anzi. Più volte lo show è riuscito a superare anche Servizio pubblico di Santoro. E il riscontro su Twitter è fortissimo. La coppa della vita domani se la giocano Silvia del team Noemi, Veronica della squadra Carrà, Elhaida, grintosa voce dell'Albania (scartata, come Silvia, anni fa da Amici), scelta da Cocciante e il bel rocker Timothy spinto a più non posso da Pelù. A far la differenza, a The Voice, c'è stato il rispetto assoluto del patto iniziale. Niente concessioni ai lati negativi dei talent (e infatti - ripete Pelù - si deve definire music show), niente litigi o finti tali tra i coach, niente lacrime eccessive, solo musica e talento. Poi se tra questi quattro finalisti verrà fuori una star, è una scommessa tutta da verificare. Resta la domanda: come mai, nonostante il successo, The Voice non è circondata dall'aura glamour, la luce brillante di altri show?

Grande attesa per la serata di sabato che decreterà il vincitore tra i quattro finalisti di Amici. Pubblico - tifosissimo - diviso tra le incredibili voci di Greta e Verdiana, il rapper Moreno (già primo in classifica sopra Emma) e il ballerino Nicolò. Sebbene il talent di Maria De Filippi quest'anno sia andato in onda in forma registrata e senza il galvanizzante televoto, le otto puntate del serale hanno raggiunto la media del 23,7 per cento con 5 milioni 250 mila spettatori. Una platea di ragazzi enorme, un mezzo per parlare loro così efficace che ha attratto persino Matteo Renzi. Oltre a superstar internazionali come Harrison Ford, Michael Douglas, Al Pacino che si sono calati, con pazienza, nel ruolo di giudici e artisti nostrani come Renato Zero e Venditti. Da lunedì si ricomincia subito con le selezioni per la prossima edizione!

Pure X Factor è in fase audizioni: sabato e domenica a Genova, debutto ufficiale della nuova squadra di giudici. Fuori Arisa (che paga le intemperanze e le accuse, poi ritrattate, di irregolarità rivolte alla produzione), entra la star inglese Mika a fianco di Elio, Simona Ventura e Morgan. Le riprese andranno in onda a metà settembre. Alle prime selezioni delle scorse settimane di Milano e Napoli si sono presentati 30mila candidati. Un numero che dice tutto.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento