X Factor, Malika Ayane contro i pregiudizi: "Se sei un giudice donna, ti dicono che non sc... abbastanza"

Malika Ayane ha rilasciato delle dichiarazioni al vetriolo, a margine della sua esperienza a X Factor come coach degli Uomini under 25

X Factor, Malika Ayane contro i pregiudizi: "Se sei un giudice donna, ti dicono che non sc... abbastanza"

Archiviate le prime fasi della rinnovata gara musicale di X factor, è recentemente giunta la volta dei Live show. E, nelle ultime ore, a far discutere del noto talent-show condotto da Alessandro Cattelan- oltre alle prime anticipazioni sulla semifinale e la finale in arrivo- sono alcune inaspettate dichiarazioni rilasciate da Malika Ayane.

La cantante nata a Milano e classe 1984 ha concesso un'intervista a Vanity Fair, in cui si è lasciata andare a delle riflessioni molto dure, tracciando così un bilancio della sua ultima esperienza televisiva, che l'ha vista coprire i ruoli di giudice e coach degli Uomini under 25 per la tredicesima edizione del format di Sky. A margine del percorso intrapreso al fianco dei colleghi di giuria, Mara Maionchi (coach degli Over 25, ndr), Sfera Ebbasta (coach delle Donne under 25, ndr) e Samuel Romano (coach delle Band, ndr), Malika non ha nascosto tutta la sua rabbia provata per i pregiudizi che - a suo dire- in generale, si nutrirebbero nei riguardi di un giudice donna, che esprima giudizi critici e/o assuma una condotta severa.

“A X Factor per una donna è più difficile mostrarsi dura con gli altri -ha, infatti, dichiarato la Ayane, incalzata dalle domande della nota fonte-. Se lo fai ti dicono e ti scrivono che sei isterica, che hai le mestruazioni, che non sco*i abbastanza…c’è un'enorme letteratura al riguardo. Non ho mai sentito nessuno dei miei colleghi uomini essere messi nella condizione di dover spiegare i loro atteggiamenti più decisi”. Alludendo poi ai suoi tre colleghi di giuria, il giudice aggiunge:“Non è un giudizio su di loro, anzi: sono adorabili. Ma evidentemente sono più liberi di Mara e me (nello specifico, la Ayane parla dei giudici uomini, ndr). È come non conoscere la sensazione di uscire di casa in minigonna e ricevere fischi per strada”.

Malika Ayane parla della sua emotività

Nonostante alcuni accesi battibecchi l'abbiano ad oggi vista protagonista, a X factor 13 -che sta per volgere al termine- Malika Ayane si dimostra particolarmente coinvolta dall'esperienza intrapresa in qualità di esperto di musica, quando confida che, per assicurarsi di poter controllare la sua emotività in tv, è solita sottoporsi ad una sessione di yoga prima di registrare una diretta:"Devo arrivare molto concentrata davanti alle telecamere. Sono esageratamente empatica. Ho sempre le antenne alzate su ciò che mi circonda, anche se sono molto più serena rispetto a un tempo ". Infine, la cantante si lascia scappare anche delle peculiarità del suo carattere, quali l'emotività e la diplomazia:"Se mi danno un resto sbagliato, non protesto mai. Mi sento in colpa se un cameriere non mi porta l’ordinazione giusta o un piatto che non è buono. Se entro in un negozio ,a volte compro per non dare dispiacere alla commessa, perché poi magari ha il mutuo, c’è Natale, come farà? Ecco. A parte gli scherzi, essere fatta così può impedire di mettermi al centro”.

Segui già la pagina de Il giornale Pop, su Facebook?

Commenti