Allegri infiamma Inter-Juventus: "Loro favoriti". Simone Inzaghi: "Se lo dice lui..."

Schermaglie verbali in punta di fioretto tra Allegri e Inzaghi alla vigilia della supersfida. L'allenatore della Juventus vede come favorita l'Inter per la vittoria dello scudetto ma il tecnico nerazzurro replica: "Potrei dire la stessa cosa..."

Allegri infiamma Inter-Juventus: "Loro favoriti". Simone Inzaghi: "Se lo dice lui..."

Inter-Juventus è pur sempre il derby d'Italia nonostante la squadra di Simone Inzaghi, campione in carica, si trovi a sette punti dalla capolista Napoli di Luciano Spalletti, con i bianconeri distanti addirittura 10 punti dalla vetta. Massimiliano Allegri alla vigilia di un match di fondamentale importanza per entrambe, ma soprattutto per la Vecchia Signora, ha cercato di scaricare tutta la pressione sul collega e sulla squadra nerazzurra: "A San Siro sarà una grande serata, ma non sarà una gara decisiva. Le stagioni si decidono negli ultimi tre mesi", il primo appunto di Allegri.

Inter favorita

Il tecnico bianconero ha poi detto apertamente come sia l'Inter la grande favorita non solo per la sfida contro la Juventus ma anche per la conquista del tricolore:"Domani serà una bellissima serata soprattutto perché ci saranno attorno ai 60mila spettatori, tante aspettative da parte di tutti. Sarà una bella partita fra due squadre importanti, l'Inter secondo me è ancora la favorita per vincere lo scudetto. Sarà un test importante contro una squadra forte". Secondo Allegri, però, questa non sarà affatto una gara decisiva essendo solo alla nona giornata: "Ripeto, secondo me non è decisiva, ma ci permetterebbe di allungare questa striscia di risultati. Per la nostra classifica era molto più decisiva quella con la Roma. Non possiamo pensare che in una partita possiamo tornare a vincere o perdere il campionato".

La risposta di Inzaghi

Vigilia anche per Simone Inzaghi che ha però rispedito al mittente il "complimento": "Mi fa piacere che Allegri ci ritenga ancora la squadra più forte ma io potrei benissimo dire la stessa cosa per loro, per il Milan, per il Napoli o per altre squadre". Il tecnico nerazzurro ha poi sposato le parole del suo attaccante Edin Dzeko che ha definito come decisiva per il morale, per entrambe le squadre, la partita di domani sera: "Sono d'accordo con Edin, anche perché la Juventus è una rivale storica e sappiamo il valore della partita. Diciamo che è uno scontro che vale più dei tre punti in gioco. Dovremo essere bravi a farla nostra cercando di esprimere il nostro calcio e cercare di essere sempre equilibrati. La Juventus ha recuperato tutti e viene da buonissimi risultati. Dovremo fare attenzione". Infine, Inzaghi è voluto tornare sopra l'episodio dell'Olimpico quando Felipe Anderson continuò a giocare nonostante Dimarco a terra: "Dopo quanto avventuto con la Lazio abbiamo deciso che non butteremo più fuori la palla con un uomo a terra ma ci atterremo solo alle decisioni dell'arbitro", questo l'affondo del tecnico dell'Inter.

Le probabili formazioni

Inter: Handanovic, Skriniar, de Vrij, Bastoni, Darmian, Barella, Brozovic, Calhanoglu, Perisic, Lautaro Martinez, Dzeko

Juventus: Szczesny, Danilo, Chiellini, Bonucci, Alex Sandro, Cuadrado, Bentancur, Locatelli, Bernardeschi, Morata, Chiesa.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti