"Alternanza pericolosa": perché Donnarumma rischia il flop

Juventus, Barcellona e Psg sono i club interessati a Donnarumma. Ma per Gigio c'è un'amara sorpresa...

"Alternanza pericolosa": perché Donnarumma rischia il flop

Gianluigi Donnarumma non sa ancora quale sarà la sua prossima destinazione ma una cosa è certa: dopo sei anni da grande protagonista non difenderà più i pali della porta del Milan. Il 22enne di Castellammare di Stabia, sarà, o almeno si spera, uno dei grandi protagonisti degli Europei con l'Italia di Roberto Mancini che sogna di mettere nuovamente in bacheca il titolo dopo oltre 50 anni. Ormai, a meno di clamorosi colpi di scena, Gigio giocherà la competizione europea con la nazionale senza conoscere il suo futuro nella squadra di club, eventualità remota fino a qualche settimana fa.

Rebus

Il futuro di Donnarumma è sempre più un'enigma anche perché i club che possono permettersi di corrispondergli un certo ingaggio sono pochissimi in Italia e in Europa: Barcellona, Psg e Juventus. Gigio e il suo entourage hanno rifiutato gli 8 milioni più bonus proposti dal Milan ma al momento nessuno è arrivato ad offrire 10 milioni di euro di base fissa come vorrebbe il suo agente Mino Raiola.

Il grande pericolo

Il Psg ha da poco rinnovato il contratto con Keylor Navas fino al 2024: l'ex portiere del Real Madrid compirà 35 anni il prossimo 15 dicembre ma ha dimostrato ampiamente di essere affidabile e si è guadagnato sul campo il rinnovo di contratto. Leonardo terrà le orecchie ben tese, però, dato che l'ormai ex portiere del Milan fa comunque gola, ma non a determinate cifre. Il rischio per il Psg, però, è alto dato che un'alternanza tra due portiere di alto calibro potrebbe anche generare conflitti, caos e una situazione sgradevole

Juventus e Barcellona, invece, sembrano essere coperte con i rispettivi portieri Wojciech Szczesny e Marc-Andrè ter Stegen ma al momento i due sembrano saldi al loro timone anche perché bianconeri e blaugrana hanno altre priorità. Tra l'altro, il numero uno polacco della Vecchia Signora ha alzato la voce in un'intervista che lascia poco spazio all'interpretazione: "Non ho avuto contatti né con il mio club né con altri, perché non c'è un argomento sulla mia partenza. Non sono responsabile per i trasferimenti della Juventus".

Decifrare il futuro di Donnarumma sembra sempre più difficile e ora toccherà al suo agente trovargli la miglior destinazione possibile alle cifre desiderate anche se sembra poco ipotizzabile che si arrivi a toccare i 10 milioni di euro più bonus richiesti. La cosa certa è che non resterà senza squadra ma in questa vicenda ad averci perso, per diversi motivi, sono sia lui che il Milan.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti