La battuta di Gattuso su Piatek che fa sorridere i tifosi del Milan

Nella conferenza stampa post Atalanta-Milan, il tecnico rossonero Gennaro Gattuso ha speso parole al miele sull'uomo del momento Krzysztof Piatek. "È un attaccante che vive per il gol". Poi la battuta che fa divertire tutta la sala stampa

Il gol. E tanto lavoro sporco per la squadra. Sono gli ingredienti della ricetta firmata dallo chef polacco che sta facendo sognare i tifosi del Milan. Si tratta naturalmente di Krzysztof Piatek, autore di 6 gol nelle quattro partite da titolare giocate in maglia rossonera. Uno score incredibile. Basti pensare che Gonzalo Higuain, il suo predecessore, aveva segnato lo stesso numero di reti in tutto il girone d'andata. Numeri che la dicono lunga sul talento classe 1995, il cui cartellino è stato acquistato a gennaio dal Genoa per 35 milioni più bonus. "Oggi ne vale almeno 80", ha detto il dirigente rossoblù Perinetti. Insomma, il dg rossonero Leonardo ci ha visto bene.

Lo sa anche Rino Gattuso. Da quando il centravanti della nazionale polacca è sbarcato a Milanello, i risultati della squadra sono decisamente migliorati e la qualificazione in Champions League è diventata improvvisamente un obiettivo largamente alla portata. Anche con l'Atalanta, Piatek ha segnato una doppietta. Normale che il tecnico rossonero, al termine del match dell'Atleti Azzurri d'Italia, abbia speso parole di elogio nei confronti del suo giocatore. Lasciandosi scappare una battuta che ha fatto sorridere tutti.

"Ci sta dando una grandissima mano", ha esordito Gattuso. "È un giocatore di poche parole, un ragazzo serio che non vede l'ora di giocare. Si rompe le scatole a riscaldarsi. Non è una questione di poca professionalità, vuole solo scendere in campo per fare gol. Vive per il gol. In questo momento ci sta dando tantissimo, segna e si sacrifica molto. È bravo a ricucire quando vogliamo essere corti", le parole del tecnico rossonero. Che poi ha parlato anche di Paquetà: "Come Piatek, anche il brasiliano sta lavorando con grande professionalità e la condizione fisica, oltre al momento positivo della squadra, li ha aiutati a inserirsi bene. Ma non dobbiamo pensare di essere diventati dei fenomeni. Non abbiamo fatto nulla, venerdì giochiamo contro l'Empoli: bisogna vincere".

Infine la divertente battuta su Piatek. "Krzysztof è come quei bambini che dicono 'Mamma, mamma, mamma'. Lui invece grida 'Gol, gol, gol'". Risate dei giornalisti presenti in sala stampa e dei tifosi rossoneri che hanno assistito alla conferenza. E la consapevolezza che il Milan abbia trovato, alleluja, il più grande attaccante dai tempi di Zlatan Ibrahimovic.