Brillante e parsimoniosa Hyundai Kona è una piacevole sorpresa

Valerio Boni

Milano In attesa della nuovissima Nexo, l'innovativa elettrica fuel cell alimentata a idrogeno, la gamma Suv di Hyundai è già una tra le più complete. Oltre a vere pietre miliari come Santa Fe e Tucson, in listino dai primi anni Duemila, si è aggiunta la compatta Kona che si posiziona nel sempre più vivace segmento B. Nasce da un progetto comune con Kia ed è assemblata a Ulsan, dove la Casa coreana ha avviato il più grande stabilimento al mondo. È un progetto globale, riconoscibile per il design muscoloso, che combina un frontale dominato dall'inconfondibile Cascading Grille, la firma di famiglia, e una coda altrettanto distintiva, con spoiler e 4 gruppi ottici.

In un mercato tanto agguerrito, le forme contano, ma devono essere accompagnate dalla sostanza e Hyundai propone la sua formula di auto lunga 4,16 metri dotata di uno tra gli abitacoli più ampi della categoria, soprattutto in larghezza, e di un bagagliaio predisposto per un'alta funzionalità. Il tutto è completato da uno stile e da una dotazione che combina dettagli tradizionali ad altri irrinunciabili per i più giovani. La strumentazione è quindi chiara, con un display al centro della plancia e una serie di comandi il cui utilizzo è facilmente intuibile. Ma non manca un tocco di modernità, rappresentato dall'head-up display che proietta verso il parabrezza le informazioni impostabili secondo le necessità. Attualissima è anche l'equipaggiamento tecnologico, che oltre al sistema di infotainment con tre soluzioni multimediali comprende un impianto audio Premium Krell a 8 canali con subwoofer e amplificatore esterno da 360 W, oltre a vari dispositivi di sicurezza attiva e assistenza alla guida della famiglia Hyundai SmartSense. Primo tra tutti quello che favorisce il mantenimento della traiettoria all'interno della corsia (Lkas), presente già nell'allestimento base. L'offerta di motori è completa, ne comprende due a benzina, altrettanti turbodiesel, con potenze da 115 a 177 cv e trazione a 2 e 4 ruote motrici, oltre al nuovo elettrico con autonomia reale di oltre 400 km.

Già nella versione di accesso, con il piccolo 3 cilindri a benzina 1.0 T-GDI da 120cv in listino a 18.800 euro in allestimento Classic, Kona dimostra una guida piacevole e sicura, con un pizzico di brillantezza. A tutto beneficio del comfort e dell'economia, visto che con un litro di benzina si percorrono almeno 15 km.

Commenti