Calciatore esibisce maglietta con Putin, rischia squalifica

Il Lokomotiv Mosca rischia di subire sanzioni da parte della Uefa dopo che uno dei suoi giocatori, Dmitri Tarasov, durante la partita con il Fenerbahce, ha mostrato sotto la maglietta un ritratto di Vladimir Putin ed uno slogan di sostegno al presidente russo

Dmitri Tarasov esibisce una maglietta con Putin
Dmitri Tarasov esibisce una maglietta con Putin

Nei guai per una maglietta a sostegno di Putin mostrata alla fine di una partita. Il centrocampista del Lokomotiv Mosca, Dmitri Tarasov, ora rischia una squalifica. Si è tolto la maglia da gioco al termine della partita di Europa League (perso dai russi 2-0 in casa del Fenerbahce a Istanbul), svelando un ritratto di Putin con le parole "il presidente più corretto". L'Uefa però vieta i messaggi politici durante le competizioni.

Il giocatore così si è difeso dalle accuse: "Questo è il mio presidente. Io lo rispetto e ha deciso di dimostrare che sono pronto a sostenerlo ovunque sono. Ho scritto su questa maglietta tutto quello che volevo dire".

Ma l'Uefa non l'ha presa bene: "In questo caso c'è stata una violazione disciplinare ed una chiara provocazione", ha detto una fonte Uefa all'agenzia R-Sport. " Tarasov - ha aggiunto - potrebbe essere squalificato per un lungo periodo di tempo, un minimo di 10 partite". Ma anche il Lokomotiv potrebbe essere punito per aver permesso che questo accadesse.

"Il presidente più gentile" è uno slogan popolare in Russia dopo i fatti della Crimea. Fa riferimento ai soldati russi senza mostrine (chiamati appunti "persone gentili") presenti nella ormai ex penisola ucraina, in seguito alla caduta del presidente Viktor Yanukovich a Kiev, da quando ebbe inizio il processo di annessione alla Russia.

La partita di ieri è stata vinta dal club turco per 2-0. Il ritorno è previsto a Mosca il 25 febbraio.

L'Uefa ha aperto un procedimento disciplinare contro Tarasov. Secondo una fonte sentita dall'agenzia russa R-Sport, il giocatore rischia fino a 10 giornate e anche il Lokomotiv può andare incontro a sanzioni. L'Uefa, infatti, da tempo ha assunto una dura presa di posizione contro gli incidenti a sfondo politico durante le partite.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti