A Le Castellet la scia Ferrari riporta Leclerc in pole

Sainz cambia il motore (parte dal fondo) e fa da traino al compagno. Charles: "Siamo una squadra"

A Le Castellet la scia Ferrari riporta Leclerc in pole

La Ferrari gioca di squadra e dopo 43 giorni Charles Leclerc riassapora la dolcezza di una pole position che lo catapulta all'inseguimento di Verstappen lontano ancora 38 punti. Quello di Francia è un altro Gran premio di casa per lui che ha cominciato a correre in kart a una sessantina di chilometri da Le Castellet e quando si prende la pole il boato è da stadio. Charles oggi sul giro secco è inarrivabile, lo raccontano le statistiche, la sua settima pole stagionale, ma per battere le Red Bull velocissime sul lunghissimo rettilineo del Mistral la Ferrari ha dovuto inventarsi la pole di squadra. Ha sfruttato la scia di Sainz che, penalizzato per la sostituzione della power unit, non aveva ambizioni personali e ha potuto tagliare l'aria per Charles fino a Signes quando si è tirato da parte. Un gioco che non era semplice da mettere in pratica e che la coppia Ferrari ha eseguito alla perfezione.

Visto il vantaggio di Charles su Verstappen (0304) molto probabilmente la pole sarebbe arrivata comunque perché la scia garantisce un paio di decimi di guadagno non di più. Però il gioco di squadra ha certamente agevolato Leclerc che aveva comunque già fatto la differenza nel primo e nell'ultimo settore, quelli più guidati.

«Nel primo giro eravamo troppo vicini alla curva 8 e 9 e lì ho perso qualcosa, poi nel secondo giro è andata decisamente meglio. Abbiamo lavorato bene a livello di comunicazione. L'aiuto di Carlos è stato davvero fantastico. Grazie!», il pensiero di Leclerc. Da quando la Formula 1 è tornata al Paul Ricard nel 2018 ha sempre vinto chi scattava in pole.

Una statistica che non lascia tranquillo Charles: «Sarà complicato, i piloti Red Bull sembrano molto veloci in simulazione gara. Noi venerdì abbiamo faticato un po' pensiamo di aver fatto un grosso passo avanti, ma vedremo. La gestione delle gomme sarà decisiva». Il caldo, la gestione delle gomme, l'affidabilità: la vittoria in Francia si giocherà su questi tre fattori, sempre che la Ferrari con la nuova frizione, riesca finalmente a far scattare bene Charles.

Commenti