C'era una volta la Ferrari Da anni non si vedevano due Rosse così brutte

Leclerc e Vettel fuori dal Q3. Non era mai successo con questo format. Hamilton pole

Scusate, ci eravamo sbagliati. La Ferrari non aveva ancora toccato il fondo. C'è riuscita (speriamo per l'ultima volta) nelle qualifiche del Gp del Belgio che un anno fa aveva dominato, piazzando due auto davanti a tutti in ogni sessione. Vettel e Leclerc non hanno colpe. Non hanno sbagliato nulla, ma non sono riusciti neppure a qualificarsi per la Q3, cosa che a Spa non era mai capitata e nella storia era successa solo nel 2012 ma per un errore del box e Alonso aveva poi vinto. Mai, dunque, per mancanza di prestazioni da quando è in vigore questa formula, stagione 2006.

«Qualcosa ci sfugge, si tratta di capire, ci vuole pazienza». Ecco le parole più dure pronunciate da Mattia Binotto dopo una delle peggiori qualifiche di sempre. Il team principal non si tira mai indietro. Si presenta davanti alle telecamere di Sky per festeggiare una vittoria, come per spiegare una débâcle. Di questo gli va dato atto. Ma ogni tanto dovrebbe presentarsi con quella faccia furiosa che i suoi amici raccontano ogni tanto porti nelle riunioni con il team. «Mattia sembra un buono, ma quando si arrabbia», raccontano. D'altra parte se non fosse un uomo di grande valore, Sergio Marchionne non gli avrebbe dato tanta fiducia. Ma non è detto che un uomo e un tecnico di grande valore sia anche un perfetto team principal. Soprattutto se viene lasciato solo da una presidente assente che quando parla riesce a dire che la «Ferrari gode di ottima salute» anche se assomiglia da matti all'orchestra del Titanic.

«Stiamo lavorando per il 2021 e ancora di più per il 2022», ci fa sapere Binotto. Ma possiamo avere fiducia in chi ha mandato in pista la SF1000? Possiamo pensare che chi ha progettato la peggior monoposto dell'era moderna ferrarista dopo quella del 1992, sia in grado di progettare quella del futuro? Sono queste le domande che aspettano una risposta a una settimana dal Gran premio d'Italia, a due settimane dalla festa del Mugello, il gran premio numero 1000 della straordinaria storia rossa.

«La gara è tutta da scrivere», aggiunge Binotto. Ma non vediamo che cosa possa esserci di bello da scrivere a meno che non cada un meteorite sul Belgio eliminando Mercedes, Red Bull, Renault, Racing Point, McLaren e Alpha Tauri. La zona punti sarebbe già un mezzo miracolo visto che Leclerc ha preso più di 2 decimi da Gasly che guida un'Alpha Tauri, la vecchia e gloriosa Minardi di un tempo. L'obbiettivo stagionale è il terzo posto tra i costruttori ed è ancora raggiungibile. Ma weekend come questo fanno male ai tifosi, tolgono fiducia e sorriso ai piloti che poi, pur senza sbagliare, non riescono più a estrarre quel decimo extra che viene dal cuore.

A festeggiare in stile Wakanda forever è stato per la sesta volta in Belgio e la 93ª in carriera, Lewis Hamilton. La differenza, ancora una volta, l'ha fatta lui, rifilando 0511 a Bottas che invece si è salvato per soli 15 millesimi dall'attacco di Verstappen. Max ci proverà in gara. Se c'è qualcuno che può almeno tentare di combattere con Hamilton questo è lui. Potrebbe trovare un alleato nel tempo che è dato molto variabile come spesso accade sulle Ardenne. Senza scordare che sul bagnato anche Hamiton è un professore.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

cir

Dom, 30/08/2020 - 10:32

Oggi , le MERCEDES la smetteranno di giocare...La ferrari avra' la lezione che si merita, poi le gare in italia dove le sberle fanno piu' male...

Duka

Dom, 30/08/2020 - 10:48

Anche le Ferrari sono lo specchio dell'Italia in mutande

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Dom, 30/08/2020 - 11:21

Duka - 10:48 Ben detto. Oltretutto sono dietro Renault, McLaren, Red Bull, AlphaTauri, Racing Point.. A Maranello dormono e di brutto anche. Mi spiace constatarlo da italiano, ma la realtà nel mondo degli sport motoristici, è questa.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 30/08/2020 - 11:30

se la ferrari smette di fare il comunista, forse potrebbe vincere :-)

cir

Dom, 30/08/2020 - 12:00

mortimermouse Dom, 30/08/2020 - 11:30 : la ferrari vincera' se sostituisce il cavallino rampante con la FALCE e MARTELLO !!

amedeov

Dom, 30/08/2020 - 12:04

Bisognerebbe ritornare indietro nel tempo quando era il pilota a fare la differenza e non la macchina che oggi è un concentrato di elettronica e il pilota serve solo per girare il volante

Topo1941

Dom, 30/08/2020 - 12:09

Ferrari senza motore e senza telaio: provate a competere contro qualsiasi macchina. Hamilton dispone di un missile perfetto, qualsiasi pilota vincerebbe le gare. Ferrari pensa addirittura al 2022. E' solamente una questione economica, inutile sprecare soldi per un campionato2020 monco e fasullo. (detto per inciso: "la gara la vince il BOX" senza un uomo rigido al comando(Binotto ha l'aria di un sacrestano) ed una ferrea conduzione (alla tedesca) di tutto l'apparato corse, e senza le dovute risorse economiche, non si andrà da nessuna parte. Un pensiero affettuoso al compianto ing. E. Ferrari.

cir

Dom, 30/08/2020 - 12:35

Topo1941 Dom, 30/08/2020 - 12:09 . toglitelo dalla testa e rassegnati. per almeno 10 anni la ferrari fara' numero per la comparsa. Mercedes a parte , stanno crescendo tutti e saranno sempre davanti alle ferrari, nell' attesa che la PORSCHE scenda in pista . a quel punto la ferrari costruira' motori per i decespugliatori della LIDEL...

Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 30/08/2020 - 14:20

Ciao cir,manca un'ora alla partenza e mi sono gia preparato per un'altra BATOSTA!!! Ma quello che continuo a non spiegarmi e come possa una macchina che lo scorso anno a SPA superava sul dritto Lewis come se fosse fermo, ritrovarsi oggi a queste distanze!!! I casi per me sono 2 o quel patto segreto con Todt (e la FIA) sta costringendo la Ferrari a correre quest'anno con UN PISTONE IN MENO e visti i risultati anche in confronto agli altri team, io propendo per questa versione!!! Oppure sono tutti gli altri Mercedes,Honda e Renault ad avere UN PISTONE IN PIU!!! C'è qualcosa che non mi quadra perche non si puo andare MENO dell'anno scorso!!! Saludos y lagrimas perche a sto punto c'è solo da piangere.!!!

cir

Dom, 30/08/2020 - 14:49

hernando45 Dom, 30/08/2020 - 14:20 : pistoni a parte... due secondi sul giro di 5km sono una bazzeccola . Ma sta tutto,li ..tutto deve coincidere, tutto deve essere perfetto : io avrei introdotto parametri piu' importanti da evidenziare..tipo il consumo di carburante come tema da sviluppare. Ci sentiamo dopo..

agosvac

Dom, 30/08/2020 - 14:55

Credo che molto più male, sia ai tifosi sia ai meccanici Ferrari, facciano tutte le critiche, giuste e doverose se non fossero così continuative, fatte da certi giornalisti sportivi. La Ferrari è quello che è: un mito. Ma non è nuova a periodi di crisi da cui si è sempre risollevata. Non per niente è l'unica squadra che ha partecipato a TUTTE le edizioni della moderna F1. Non è che sia arrivato il momento di lasciarli lavorare un po' in pace??? Se vi volete sbizzarrire chiedetevi come mai la FIA ha bocciato il motore Ferrari che ha riversato tutti i suoi cavalli nel motore Mercedes: cosa è successo nel 2019????? Cosa ha ricevuto la FIA in cambio di questa vera e propria rivoluzione???

disturbatore

Dom, 30/08/2020 - 14:59

La Rossa e´sotto attacco psicologico. Sono i metodi dei furbetti che operano nelle retrovie della stella a tre punte che oggi occupano pista e palazzi alti,che influenzano decisioni e regole. La domanda dovrebbe essere , da quando questi signori in grigio stanno lavorando dietro le quinte ? Nel 2019 la Rossa aveva un paio di Km/h in piu´rispetto alla concorrenza , chi furono a farne uno scandalo ? I media di casa argento ? A sentire i loro commenti ed ammiccamenti , hanno in diverse occasioni alimentato la polemica fino a che i piani alti non hanno reagito. La Rossa ha fatto male a non rendere pubblico il compromesso con la fia. E´rimasto un´ombra come se´avessero adottato sistemi marziani. Perche´ non e´avvenuto la stessa cosa con il sistema DAS ? E´evidente che nella F1 ci sia una disparita´di potere e che case fanno le prepotenti , umiliando e demotivando le altre .

cir

Dom, 30/08/2020 - 16:48

certo che ammettere la superiorita' della MERCEDES sotto tutti gli aspetti e' dura per i fans ..poco sportivi.. mi spiace solo per hernando45-

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Dom, 30/08/2020 - 18:08

agosvac - Bisogna ammetterlo: la ferrari è nata male, un telaio che non risponde a dovere e un motore che non ha sufficiente grinta, potenza. E' stata sverniciata sul kemmel da auto molto meno blasonate. Ho visto la ferrari di Leclerc fare rifornimento di "aria" per le valvole pneumatiche del motore ed ha fatto il secondo tempo sul giro dietro quello di Hamilton, pochi centesimi di differenza. Uno sprazzo di luce in una giornata completamente nebbiosa. A Maranello si rimbocchino le maniche, parlino il meno possibile e cerchino rimedi efficaci.

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Lun, 31/08/2020 - 10:17

disturbatore - 14:59 In effetti ci sono incongruenze e son daccordo sul fatto che la Ferrari abbia sbagliato nel non avere reso pubblico il compromesso (a quel punto chiunque può pensare il peggio del peggio), anche a costo di autolesionarsi. Però tutto questo, secondo quanto visto sul campo quest'anno, non penso avrebbe scalfito più di tanto la superiorità, in f1 sia chiaro, della Mercedes.