"Un errore dell'arbitro". Sulla sconfitta del Milan è già polemica

C'è un evidente fallo non sanzionato di Taremi ai danni di Bennacer sull'azione che porta al gol del Porto: ecco l'errore dell'arbitro tedesco che allontana il Milan dalla qualificazione

"Un errore dell'arbitro". Sulla sconfitta del Milan è già polemica

A casa del Porto, il Milan di Pioli è stato penalizzato oltre i suoi demeriti: assenze pesanti per infortunio, poca brillantezza anche da chi è subentrato dalla panchina (Ibra su tutti) e l'arbitro. Se dei primi due aspetti abbiamo già scritto sul Giornale.it, è pesante l'errore dell'arbitro tedesco Brych che "condanna" alla sconfitta i rossoneri.

Quel fallo sul gol del Porto

Sul banco degli imputati c'è il contatto fra Taremi e Bennacer, il quale spinge nettamente il centrocampista rossonero agevolando l'arrivo di Luis Diaz che siglerà il gol vittoria. Come mostrano le immagini della moviola pubblicate dalla Gazzetta dello Sport, si vede l'iraniano che si disinteressa della palla che sta per spiovere e guarda il suo avversario per "calcolare" come potersi impossare della sfera. La spallata è netta ma né l'arbitro, posizionato benissimo, né chi stava al Var ha preso provvedimenti. Ma la rete è chiaramente irregolare. "Un fallo nettissimo", afferma Fabio Capello a Sky Sport mentre rivede le immagini. "Non è Bennacer che gli va a sbattere contro - sottolinea Billy Costacurta - allarga anche la gamba e la schiena, non guarda soltanto l'avversario", riferendosi a Taremi,ma qui "fa fallo".

Insomma, un Milan che galoppa in Italia ma inciampa in Europa a volte anche per colpe non proprie: il rigore assegnato all'Atletico Madrid al 97' che toglie un punto sicuro ai rossoneri nella gara precedente grida ancora vendetta ma tant'è, gli errori arbitrali faranno sempre parte del calcio e sarà difficile (se non impossibile) eliminarli del tutto anche con l'aiuto della tecnologia.

"Gli episodi determinano il risultato"

Non cerca alibi mister Pioli anche se una battuta sull'episodio che ha deciso la gara è inevitabile. "Gli episodi possono determinare il risultato, ma siamo stati in difficoltà. Loro hanno fatto meglio per lucidità e tecnica, e per come sono stati sul campo", ha commentato ai microfoni di Mediaset a fine gara. "Non abbiamo cominciato bene, dovevamo gestire meglio la palla, c'erano le situazioni per creare qualche pericolo in più ma non ci siamo riusciti", ha aggiunto il tecnico rossonero. Tornando ancora sulla gara, Pioli ha sottolineato che "la prestazione non è stata delle migliori, a questi livelli se non giochi con lucidità diventa difficile".

A questo punto, la qualificazione diventa un'impresa sebbene ancora possibile: Liverpool 9 punti, Atletico Madrid e Porto 4, Milan 0. Il secondo posto è distante solo quattro lunghezze quando mancano tre gare. Tutto potrebbe riaprirsi a San Siro se il Milan si prenderà la rivincita contro i portoghesi e se gli inglesi schiacciasassi vinceranno anche il ritorno contro gli spagnoli. A quel punto ci sarebbero tre squadre racchiuse in un punto, con i rossoneri che potranno ancora giocarsi le proprie chance. A patto che, però, si vinca la prossima altrimenti addio ai sogni di gloria.

Commenti