Ecco le 50 maglie più belle della storia del calcio

In questa speciale e curiosa classifica stilata dalla rivista francese ci sono le casacche dell'Ajax di Crujiff, del Real di Puskas e del Napoli di Maradona. Presenti anche le maglie dell'Inter di Herrera, del Milan fine anni 80 e della Juventus

Ecco le 50 maglie più belle della storia del calcio

In questo periodo molto difficile per il mondo intero, per via della pandemia da coronavirus, France Football ha provato a strappare un sorriso ai tanti appassionati di calcio stilando la classifica delle 50 migliori casacche entrate nella leggenda e nella storia di questo fantastico sport. Al primo posto la maglia dell'Ajax del fuoriclasse Johan Cruijff, quella del biennio 1971-1973 bianca con la consueta banda verticaler di colore rosso che al tempo era perfetto per chi guardava la televisione in bianco e nero. Quella storica casacca, bella e vincente, fu utilizzata nelle due finali di Coppa dei campioni vinte nel 1971 e nel 1972 mentre in quella del 1973, i Lancieri decisero di affidaresi ad un'altra maglia ma solleverono lo stesso la coppa dalle grandi orecchie. Quella magica maglia dell'Ajax fu emulata anche in Italia dall'Udinese che utilizzò la banda nera e dalla Lazio.

Al secondo posto della classifica a sorpresa la maglia del Saint Etienne targata 1975-1977. Il club francese all'epoca decise di utilizzare una casacca per il campionato e una per la Coppa dei campioni con les verts che arrivarono addirittura in finale nel 1976 a Glasgow contro il Bayern Monaco che vinse per 1-0 grazie al gol di Roth. In questa speciale classifica anche quella della Germania dell'Est nel 1974 con un blu elettrico e lo stemma con martello e compasso. France Football ha anche inserito la maglia completamente rossa dell'Unione Sovietica e quella dello Zaire, di colore giallo o verde con il simbolo del leopardo gigantesco, sulla parte anteriore della casacca.

In questa speciale classifica non poteva mancare quella bianca del Real Madrid di Puskas, tra il 1956 e il 1964, simbolo di ben cinque coppe dei campioni vinte consecutivamente tra il 1956 e il 1960. Non solo il blanco spagnolo ma anche il bianco del Leeds e dei New York Cosmos che ad un certo punto nel 1975 lasciarono i loro colori sociali giallo e verde per tingersi di bianco per rendere omaggio a Pelè che andò a giocare nei Cosmos nella fase finale della carriera.

In questa speciale classifica l'Italia figura ben sette volte con quella della magica Inter di Helenio Herrera che vinse due Coppe dei campioni tra il 1964 e il 1965. Il Napoli viene citato per ben due volte dalla prestigiosa rivista francese con la casacca con cui vinse la Coppa Uefa nel 1989 e con quella dello storico primo scudetto del 1987. France Football incensa anche la casacca di Dino Zoff, solo quella, ai mondiali del 1982 e poi c'è ancora Italia con la Juventus del periodo 1983-85, e con il Milan del 1989-90, quella rossonera, anche se le coppe dei campioni di quei due anni furono vinte in maglia bianca. Per finire ecco la maglia della Sampdoria 1990-91 che sfiorò la vittoria della Coppa campioni persa contro il Barcellona per 1-0.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti