Coppa Davis: Federer si prende la finale, poi Seppi salva l'onore

Al numero 1 azzurro, Fabio Fognini, non basta il calore di tanti tifosi italiani giunti a Ginevra. Federer controlla i primi 2 set e nel tie-break del terzo mette la zampata vincente

Dopo 65 incontri per Federer prima finale in Davis, con la speranza di conquistare un trofeo mai raggiunto in carriera
Dopo 65 incontri per Federer prima finale in Davis, con la speranza di conquistare un trofeo mai raggiunto in carriera

La vittoria di sabato in doppio da parte degli Azzurri aveva regalato a tutti gli appassionati di tennis ancora una flebile speranza di conquistare la finale di Coppa Davis, dalla quale l’Italia manca da ben 16 anni.

Per compiere il miracolo sportivoi nostri erano obbligati a conquistare entrambi i singolari di quest’oggi, impresa davvero difficile quando si hanno davanti giocatori del calibro di Wawrinka e Federer. Proprio quest’ultimo è stato il giustiziere della squadra di Barazzutti, sconfiggendo in 2 sole ore di gioco un deludente Fognini, protagonista nel cammino italiano in Davis, ma assente ingiustificato nel suo penultimo atto.

Una partita che inizia con un sostanziale equilibrio tra i due numeri 1 delle nazionali in campo. Si arriva così sul 3-2 Federer nel primo set, con una sola palla break concessa proprio dallo Svizzero, annullata con un ace all’incrocio delle righe. Il sesto game è quello decisivo: Fognini è bravo ad annullare la prima delle 2 palle break con un dritto incrociato che sorprende lo Svizzero, ma poi si deve arrendere alla supremazia del numero 3 del Mondo, che scappa sul 4-2. Subìto il break, il Ligure sembra perdere la testa: 3 game consecutivi lasciati letteralmente andare e 6-2 finale.

All’inizio del secondo set, sull’1-0 Federer, Fognini annulla con 3 palle pesantissime una mini fuga dell’avversario, recuperando da 0-40 un game praticamente perso. La ritrovata grinta dell’Azzurro, che inizia a crescere con i suoi passanti di dritto, non basta però nell’ottavo game: prima un doppio fallo, e poi un nastro sfortunato, spianano la strada al beniamino di casa, che porta in cascina anche la seconda frazione. Nel terzo set Fognini sembra salire in cattedra e Federer accusa il colpo ma regge fino al tie-break decisivo. L’Azzurro parte bene anche se Federer tiene i suoi servizi. Sul 4-4 Federer strappa prima il servizio, poi mette in campo un ace pazzesco e sul match point è Fognini a buttare in rete la palla che regale meritatamente alla Svizzera la finale di Coppa Davis con il punteggio di 6-2, 6-3, 7-6 (4).

Nell’ultimo, inutile, match giocato tra le 2 Nazionali spazio alle riserve con Seppi a sfidare lo svizzero Lammer: l’Altoatesino porta a casa il primo set per 6-4, ma concede il fianco nel secondo set, perso per 1-6. Nella terza partita lo Svizzero annulla prima un match point, per poi capitolare definitivamente 6-4. Una piccola consolazione, che chiude la tre giorni di Davis.

Commenti