Coronavirus, primo caso in Liga: positivo Garay. Altri quattro casi al Valencia

Garay è risultato positivo al coronavirus e ha postato la notizia sui social: "Sono positivo, mi sento bene, seguirò le regole imposte delle autorità sanitarie e rimarrò isolato". Contagiati anche altri quattro membri tra squadra e staff

Ezequiel Garay è il primo giocatore della Liga spagnola positivo al coronavirus. Il 33enne argentino ha voluto informare lui stesso i suoi tifosi e follower con un post fatto sulla sua pagina ufficiale di Instagram: "Il 2020 è iniziato male per me. Sono positivo al Coronavirus, mi sento bene, seguirò le regole imposte delle autorità sanitarie e rimarrò isolato, in quarantena". L'ex centrale di Zenit San Pietroburgo, Benfica e Real Madrid gioca al Valencia dal 2016 ma sia all'andata che al ritorno degli ottavi di finale di Champions League contro l'Atalanta non è sceso in campo per via della rottura al legamento crociato del ginocchio destro rimediata in un match di campionato contro il Getafe.

I vari siti spagnoli come Marca.com hanno reso nota la notizia della positività del difensore argentino di Rosario, primo caso in Liga spagnola. Ora tutta la squadra andalusa, Alessandro Florenzi compreso, dovranno osservare 14 giorni di quarantena e ora resta da capire se la stessa cosa dovrà fare l'Atalanta anche se il giocatore non è stato a contatto con i giocatori nerazzurri né all'andata né al ritorno. Con ogni probabilità però la squadra di Gasperini dovrà osservare i consueti giorni di autoisolamento dato che Garay non era in campo nei due match degli ottavi di Champions ma è stato sicuramente a contatto con gli altri compagni di squadra che potrebbero averlo contratto.

Fino a questo momento è la Serie A ad avere il primato in negativo con 11 contagi: Daniele Rugani della Juventus, Dusan Vlahovic, German Pezzella e Patric Cutrone della Fiorentina, Manolo Gabbiadini, Fabio Depaoli, Antonino La Gumina, Omar Colley, Morten Thorsby, Albin Ekdal e Bartosz Bereszyinski della Sampdoria. Dopo la Serie A è la Premier League al secondo posto per numeri di contagiati con Hudson-Odoi del Chelsea, Artur Boruc del Bournemouth e tre giocatori del Leicester positivi. Per ora nessuno caso in Bundesliga e in Ligue 1 e primo caso in Liga. Si attendono però i prossimi giorni per aver un numero quasi definitivo di calciatori contagiati dato che ci sarà da attendere il periodo di incubazione di questo virus che non sta risparmiando nessuno.

Il comunicato del Valencia

Il club spagnolo ha inoltre comunicato come altri cinque membri tra prima squadra e staff siano stati contagiati dal covid-19:

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.