Danilo Gallinari ricorda Kobe Byant: "L'unico vero mio idolo"

L'ex giocatore dell'Olimpia Milano ha voluto ricordare la memoria di Kobe Bryant: "Che brividi quando volle conoscermi". Anche Belinelli piange la sua morte

Danilo Gallinari ha solo 31 anni ma gioca in Nba ormai da quasi 12 anni: era infatti il 2008 quando l'ex giocatore dell'Olimpia Milano approdò nel massimo campionato statunitenese tra le fila dei New York Knicks. Dopo tre anni il 31enne di Sant'Angelo Lodigiano tornò per un breve periodo all'Olimpia nel 2011 salvo poi tornare in America dove ha difeso per sei anni la maglia dei Denver Nuggets, per due anni quella dei Los Angeles Clippers e da pochi mesi quella degli Oklahoma Thunders.

Kobe Bryant si è ritirato nel 2016 e dunque Gallinari ha avuto l'opportunità, l'onore e il privilegio di potersi misurare con uno dei più grandi cestisti della storia del basket americano e mondiale. Il Gallo ha postato una foto su Instagram mentre sta contenendo una palla allo sfortunato Kobe con la seguente didsascalia: "A volte la vita non ti lascia senza parole. Questo non è giusto. Questo non dovrebbe mai succedere".

Gallinari ai microfoni della Gazzetta dello Sport ha raccontato il suo rapporto speciale con Bryant ammettendo come parlasse con lui sempre e rigorosamente in italiano lingua che tra l'altro Kobe aveva insegnato alle due figlie più grandi, tra cui anche la sfortunata Gianna. Il ricordo del 31enne cestista azzurro è da brividi: "Mi ha chiamato un amico da Los Angeles, era in lacrime. Non capivo cosa stesse succedendo, perché lui piangeva e non riusciva a parlare. Poi ho capito, ho saputo che Kobe Bryant era morto Kobe è un idolo, non solo per me. Ed è stato uno dei pochi giocatori, forse addirittura l’unico, contro cui l’ho percepito e che brividi quando volle conoscermi".

Belinelli omaggia Kobe

Anche Marco Belinelli gioca in Nba da ormai 13 anni dato che nel 2007 dalla Fortitudo Bologna si trasferì ai Golden State Warriors. Nella lunga carriera il 33enne emiliano ha affrontato diverse volte Kobe con le maglie di Toronto, New Orleans, Chicago Bulls, San Antonio Spurs, Sacramento Kings, Atlanta Hawks.

Belinelli ha voluto dedicare un post su Instagram un po' come fatto da Gallinari postando uan foto durante un contrasto e con un lungo ricordo in memoria del fenomeno del basket mondiale: "Oggi è un giorno terribile. E’ successo qualcosa di tragico che ancora non mi capacito possa essere vero. E’ difficile esprimersi in questi momenti, ma non so perché pensavo che il mio eroe,il mio modello di vita sarebbe stato immortale, invece oggi è successo l'impossibile".

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.