Sport

Donnarumma, Raiola era con la Juve prima di rompere con il Milan

Un pranzo tra Raiola e la Juventus per parlare del rinnovo di Kean. Secondo gli esperti però dietro quel "no" al Milan ci sarebbe la mano della Juventus e dell'agente del giocatore

Donnarumma, Raiola era con la Juve prima di rompere con il Milan

La giornata di giovedì ha infranto i sogni del Milan e quelli di moltissimi tifosi rossoneri: l'agente di Donnarumma ha comunicato alla società che il giocatore non rinnoverà. Un "no" che ha scatenato polemiche e il totomercato attorno al portiere. A poche ore di distanza dalla rotturà tra le parte spunta un curioso retroscena su Mino Raiola.

L'agente del baby fenomeno ha incontrato il Milan nel primo pomeriggio di giovedì ma si è presentato in ritardo. Il motivo? Come si legge su Libero, Raiola avrebbe trovato il tempo di pranzara a Milano con il direttore generale della Juventus Beppe Marotta e il ds bianconero Fabio Paratici. L'incontro con i bianconeri era organizzato per discutere del rinnovo di Moise Kean, che la Juve ha voluto di blindare per non rischiare di perderlo e cederlo a un grande club europeo.

A pensare male ci si azzecca, soprattutto con Mino. Ma cerchiamo di seguire quello che dicono gli esperti, che sussuranno che dietro al grande rifiuto del portiere rossonero ci sia proprio la Juve: Buffon e il baby talento hanno entrambi il contratto in scadenza nel 2018, con il più anziano che ha già comunciato che al 99,9% si ritirerà proprio tra un anno dopo il Mondiale. Ma non resta che aspettare: a parlare sarà il mercato.

Commenti