Spuntano pure le petizioni degli inglesi: "La partita va rigiocata"

I tifosi inglesi hanno lanciato 5 petizioni per far rigiocare Italia-Inghilterra: la più fantasiosa attacca l'arbitro che avrebbe dovuto espellere Chiellini dopo la trattenuta su Saka. Ecco perché, a termini di regolamento, quel fallo sarà sempre ammonizione...

Spuntano pure le petizioni degli inglesi: "La partita va rigiocata"

Che gli inglesi fossero poco sportivi ce ne siamo accorti durante la cerimonia di premiazione quando i calciatori hanno sfilato la medaglia d'argento dal collo nemmeno fosse contaminata dal Covid. Come si dice, tale squadra tale tifosi: una parte dei tifosi ha avuto la "brillante" idea di lanciare addirittura cinque petizioni per rigiocare la finale contro l'Italia con una motivazione assurda ai limiti del fantacalcio.

Cosa dicono le petizioni

Una in particolare, ha raccolto quasi 100mila firme (clicca qui) attacando l'arbitro olandese Kuipers che non avrebbe espulso Chiellini dopo la strattonata alla maglietta di Saka al quinto minuto del primo tempo supplementare. Un errore imperdonabile per i supporters che avrebbe condizionato l'intero svolgimento dei supplementari e deciso il titolo. "La partita dell'11/07/2021 non è stata affatto corretta. Dopo che l'Italia ha ricevuto solo un cartellino giallo per aver trascinato i giocatori dell'Inghilterra come se fossero schiavi. Tutte quelle spinte, strattonate e calci e l'Italia era ancora autorizzata a vincere? Decisamente di parte – si legge nelle argomentazioni della petizione – L'Italia avrebbe dovuto ricevere un cartellino rosso per il suo modo di giocare e la rivincita dovrebbe avere luogo con un arbitro non di parte. Questo non è stato affatto giusto".

"Rivincita e arbitro imparziale"

Se questa può essere considerata come la più folle o, diciamo così, fantasiosa, ecco la traduzione delle altre petizioni che gli inglesi stanno portando avanti. "Bukayo Saka è stato maltrattato durante la partita tra Inghilterra e Italia perché è stato trascinato per la maglia da Giorgio Cheiellini, a cui è stato dato un cartellino giallo quando CHIARAMENTE avrebbe dovuto essere un cartellino rosso. Credo fermamente che l'arbitro fosse di parte e favorevole all'Italia", si legge sul Corriere dello Sport. Un'altra petizione sostiene che Chiellini avrebbe dovuto ricevere un cartellino rosso e che si dovrebbe giocare una rivincita con un "arbitro imparziale". Per fortuna, però, molto sostenitori "ravveduti" hanno preso le distanze da queste iniziative imbarazzanti dissociandosi da questa frangia estremista di tifosi.

Cosa dice il regolamento

Se i tifosi inglesi conoscessero bene il regolamento dello sport che loro stessi hanno inventato, non avrebbero mai nemmeno sognato di inventare petizioni del genere: da pagina 89 inizia la sezione dedicata a "Falli e scorrettezze" con tutti i casi punibili con ammonizioni o espulsioni. Bene, la trattenuta di Chiellini a Saka avvenuta a metà campo vicino la linea del fallo laterale rientra nel comportamento antisportivo che riceverà sempre e soltanto un cartellino giallo. "Disciplinarmente la trattenuta non è punita; se però è effettuata per impedire all'avversario di giocare il pallone, o di raggiungere una posizione vantaggiosa, diventa un comportamento antisportivo (e quindi meritevole di ammonizione). Se invece è effettuata contro un avversario per negargli l'evidente opportunità di segnare una rete, diventa una condotta gravemente sleale, meritevole di espulsione". Ovviamente, il secondo caso non sussiste perché la trattenuta è avvenuta in una zona di campo "neutra" rientrando, ovviamente, nella prima opzione. Basterebbe che gli inglesi conoscessero questa singola parte del regolamento per rassenerarsi, accettare la sconfitta ed annullare le petizioni inutilmente portate avanti.

Il precedente dei francesi

Diciamolo, anche i nostri cugini d'oltralpe sono abbasta rosiconi: dopo la sconfitta ai calci di rigore contro la Svizzera agli ottavi di finale (leggi qui), alcuni tifosi francesi hanno avuto la brillante idea di far partire una petizione online chiedendo di rigiocare la gara. Motivo? Una presunta irregolarità nel rigore decisivo parato da Sommer all'asso del Psg Kylian Mbappé. Secondo i firmatari di questa curiosa petizione, infatti, il portiere non avrebbe avuto almeno un piede sulla riga di porta come da regolamento, allegando un fermo immagine. Peccato che Var e immagini ufficiali abbiano stabilito direttamente sul campo l'esatto opposto. Ovviamente, la petizione non avrebbe avuto valore anche se si fossero raggiunte molte più firme ma evidentemente alcuni tifosi della Francia avevano voglia di perdere del tempo. Nonostante guerre e rivalità, chi l'avrebbe mai detto che inglesi e francesi sarebbero stati così "uniti" in questa particolare disciplina? Poteri e magie del gioco del calcio.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti