Ecco la frase con cui Inzaghi è andato all'Inter

Simone Inzaghi dopo aver stretto la mano a Lotito per rinnovare il contratto con la Lazio ha fatto saltare il banco scegliendo l'Inter. Il presidente biancoceleste, però, non l'ha presa affatto bene

Ecco la frase con cui Inzaghi è andato all'Inter

Simone Inzaghi è il nuovo allenatore dell'Inter e prende così il posto di Antonio Conte per difendere il titolo di campione d'Italia. Eppure l'ormai ex allenatore della Lazio aveva un accordo con i biancocelesti fino al 30 giugno del 2024 con Beppe Marotta che l'ha convinto ad accettare invece l'offerta nerazzurra: biennale o triennale da 4 milioni di euro netti a stagione più eventuali bonus legati ai risultati raggiunti.

Il retroscena

Il Corriere dello Sport ha ricostruito quanto successo tra la Lazio e Simone Inzaghi che ha piantato la sua ex sul più bello. Dopo essersi lamentato, giustamente, di non aver ancora un contratto aveva ottenuto il sì da parte di Lotito per continuare insieme, nella giornata del 26 maggio.

"Avevamo concordato tutto per tre anni a cena. Ho chiamato il segretario Calveri ieri mattina per sapere se aveva contattato Inzaghi per fargli apporre sui contratti la sua firma, visto che c'era già la mia confida Lotito ma poco dopo mi è arrivata la telefonata di Simone che mi voleva parlare e già lì ho capito l'antifona". l'affondo di Lotito nei confronti del suo ex allenatore. La telefonata di ieri, 27 maggio, da parte dell'Inter ha cambiato tutte le carte in tavolo con Inzaghi jr che non si è fatto sfuggire l'occasione di allenare i campioni d'Italia.

Lo sfogo di Lotito

"Mi ha detto che non aveva più stimoli, che non avrebbe avuto più la forza di trasmettere carica ai giocatori. Io gli ho risposto di pensarci bene e che non ci si può comportare in questa maniera. Anche se poi ognuno nella vita raccoglie quello che semina.. Sono deluso sul piano personale, ha cambiato idea dalla sera alla mattina", questo il pensiero amaro del presidente Claudio Lotito che perde così Simone Inzaghi che ha legato la sua carriera da giocatore e da allenatore alla Lazio per circa 20 anni con tre trofei messi in bacheca da tecnico nel giro di cinque stagioni.

Ora la Lazio dovrà trovare un nuovo allenatore con Mihajlovic che sembra in pole position. Tutte le big sono praticamente a posto con la Juventus che si affiderà ad Allegri, l'Inter a Simone Inzaghi, Milan e Atalanta continueranno con Pioli e Gasperini, la Roma si è affidata a Mourinho e la Fiorentina ha scelto Gattuso con il Napoli che a breve annuncerà Spalletti. Manca solo la Lazio ma Lotito e Tare sapranno sicuramente trova il giusto allenatore per continuare a restare su alti livelli.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

Commenti