Eriksen, è festa per l'Inter Conte lo vuole per Udine E Marotta manovra ancora

Vidal resta un sogno, si segue la pista Kucka Si complica lo scambio Paquetà-Bernardeschi

L'ultima settimana di trattative si è aperta con il colpo Eriksen all'Inter: ieri visite mediche per il danese, che si è legato ai nerazzurri fino al 2024. Oggi l'ufficialità, potrebbe già debuttare a Udine domenica. Fumata bianca, con tanto di test clinici superati a Villa Stuart, per Politano che lascia Milano e passa al Napoli in prestito oneroso per 18 mesi (2 milioni) con obbligo di riscatto a 18 milioni più 2 di bonus.

Le manovre tra Marotta e Giuntoli non finiscono qui: il Napoli è interessato a Esposito (incedibile per i nerazzurri) e Pinamonti, in prestito al Genoa con obbligo di riscatto a 18 milioni al primo punto conquistato dopo il primo febbraio dai rossoblù. L'arrivo di un'altra punta alla corte di Gattuso libererebbe così Llorente richiesto dal Parma (che ieri ha preso dall'Inter in prestito il portiere Radu) e piano B della stessa Inter, in alternativa a Giroud (Chelsea). Nerazzurri attivissimi pure sul fronte uscite: ci siamo per le cessioni di Gabigol al Flamengo e Vecino all'Everton, che possono portare quasi 40 milioni nelle casse di Suning. L'addio dell'uruguayano può indurre i nerazzurri a piazzare un colpo last minute: resta difficile il sogno Vidal (Barcellona), più percorribili le piste Kucka (Parma) e Aranguiz (Leverkusen).

Da una sponda dall'altra del Naviglio, dove il Milan è vicino a chiudere la cessione di Suso al Siviglia. Operazione in prestito per 18 mesi con diritto di riscatto a 20 milioni, che diventerà obbligo allo scattare di alcune condizioni. Gli andalusi vorrebbero tramutare il diritto in obbligo alla quindicesima presenza, mentre Boban chiede un numero di apparizioni inferiore a 10. Ultimi dettagli da limare, ma l'esterno ha già detto sì agli spagnoli. A proposito di uscite: il Tottenham insiste per Piatek senza però soddisfare le richieste rossonere (30 milioni). Gli Spurs offrono un prestito o in alternativa uno scambio con alcuni degli elementi in uscita dalla rosa di Mourinho (Lamela, Foyth e Wanyama). Non decolla neppure l'ipotesi di scambio Paquetà-Bernardeschi con la Juve: parti distanti sul valore dei due cartellini. Se ne riparlerà domani, anche se l'incastro resta complesso.

Intanto il Milan ha bloccato il giovane terzino americano Robinson (Wigan) per rimpiazzare Rodriguez diretto al Fenerbahce, mentre per la mediana è vicino Florentino (Benfica) in prestito per 18 mesi con diritto di riscatto a 40 milioni. Da un centrocampista in arrivo in Serie A a un altro con i bagagli in mano: Emre Can è pronto a lasciare la Juve per tornare in patria. Accordo in dirittura con il Dortmund per 23 milioni. Bianconeri ai dettagli anche col Psg per lo scambio di terzini De Sciglio-Kurzawa: c'è l'assenso dei calciatori ma non ancora l'intesa tra le due società. Infine tris di rinforzi per la Roma: presi il brasiliano Ibanez (Atalanta) e gli spagnoli Perez (Barcellona) e Villar (Elche).