Formula Uno in lutto: addio a Frank Williams

Il fondatore dell'omonima scuderia aveva 79 anni. Grande commozione nel Circus per la scomparsa di uno dei suoi uomini simbolo

Formula Uno in lutto: addio a Frank Williams

La Formula Uno piange oggi uno dei suoi grandissimi: si è spento all'età di 79 anni, Sir Frank Williams, fondatore dell'omonima scuderia e uomo simbolo del Circus per oltre quattro decadi.

Lo ha annunciato la scuderia da lui fondata: "Con grande tristezza, a nome della famiglia Williams, la squadra conferma la morte di Sir Frank Williams, fondatore ed ex team principal della Williams Racing". La notizia è stata rilanciata anche dall'account ufficiale della F1, che ha aggiunto"la sua è stata una vita all'insegna della passione per gli sport motoristici. La sua eredità è incommensurabile e farà sempre parte della F1. Conoscerlo è stato un'ispirazione e un privilegio".

La carriera

È stato in assoluto il più longevo Team Principal della F1. Cominciò la sua avventura da proprietario di team nel 1972 con la Politoys, divenuta poi Iso-Marlboro e – dal 1975 in avanti – semplicemente Williams.

Dopo le prime avventure dall’esito negativo, con la scuderia che portava il suo nome Frank Williams riuscì poi ad affermarsi in tutto il mondo. Il team da lui creato è infatti divenuto il terzo più vincente della storia del Circus con sette titoli vinti, dopo Ferrari e McLaren, ed addirittura il secondo per numero di campionati costruttori vinti. Ben nove: il primo nel 1980, l’ultimo nel 1997, anno anche dell'ultimo dei sette titoli piloti conquistati, con Jacques Villeneuve. Nel 1986 subì la lesione al midollo spinale in un incidente d'auto, che ne condizionò la vita senza mai distoglierlo dal suo amore più grande: il mondo della F1.

Nominato Sir nel 1999, ha guidato la sua scuderia fino al 2012, quando ha scelto di fare un passo indietro lasciando il controllo operativo del team nelle mani della figlia Claire. Nello stesso anno si è dimesso dal consiglio di amministrazione della scuderia mantenendo però il titolo di Team Principal. La famiglia ha definitivamente lasciato il controllo della squadra lo scorso anno, cedendo la proprietà al gruppo d’investimento americano Dorilton Capital per 152 milioni di euro. Nel 2016 ha trascorso un po' di tempo in ospedale per una polmonite, interrompendo i suoi viaggi per le gare.

Le reazioni

Enorme, ovviamente, la commozione in tutta la famiglia del motorsport, di cui Frank Williams è stato per tantissimi anni un uomo simbolo. "Era un vero gigante del nostro sport che ha superato le sfide più difficili della vita e ha lottato ogni giorno per vincere in pista e fuori" ha detto Stefano Domenicali, amministratore delegato della F1.

Secondo Jost Capito, amministratore delegato e team principal della Williams, il fondatore della scuderia "era unico nel suo genere e un vero pioniere. Nonostante le notevoli avversità nella sua vita, ha guidato la nostra squadra a 16 campionati del Mondo, rendendoci una delle squadre di maggior successo nella storia di questo sport. I suoi valori, tra cui integrità, lavoro di squadra e una fiera indipendenza e determinazione, rimangono l'etica centrale della nostra squadra e la sua eredità, così come il nome della famiglia Williams sotto il quale corriamo con orgoglio".

Segui già la nuova pagina Sport de ilGiornale.it?

Commenti