Icardi, l'Inter pensa già al sostituto: i due nomi sulla lista di Marotta

"Non c'è rispetto per me". Le ultime parole di Icardi hanno contibuito a scavare un fossato ancora più grande con l'Inter. E l'ad Marotta ha sul taccuino un paio di nomi per colmare il possibile vuoto lasciato da Maurito: un belga e un bosniaco

Icardi, l'Inter pensa già al sostituto: i due nomi sulla lista di Marotta

Icardi, stavolta l'hai fatta grossa. La lettera pubblicata sui social per lamentare il poco rispetto avuto nei suoi confronti, ha avuto come unico risultato quello di scavare un fossato sempre più profondo con la società che l'ha lanciato nel grande calcio: l'Inter. Come spiega la Gazzetta dello Sport, anche l'entourage del ragazzo avrebbe capito di avere esagerato. La polemica con mister Spalletti è nota a tutti e il fatto che Maurito non abbia alcuna intenzione di fare un passo indietro è forse il problema più grave. Anche i tifosi nerazzurri, che fino a ieri sembravano disposti ad appoggiare Icardi nella sua battaglia contro la società e in particolare l'ad Marotta, ora sono sul piede di guerra. Handanovic e compagni sono in lotta per il terzo posto e gli sforzi di squadra e club saranno concentrati su questo obiettivo. Ma è inevitabile chiedersi cosa possa avvenire in futuro, magari già nelle prossime settimane. La nuova sessione di mercato aprirà i battenti il primo di luglio, ma come noto alcune trattative vengono avviate e perfezionate già negli ultimi due mesi della stagione precedente. Ormai siamo a marzo e la dirigenza dell'Inter, Marotta e Ausilio in testa, stanno già pensando alle possibili alternative di Icardi. Se l'ex capitano nerazzurro sembra non disprezzare Juventus e Napoli come destinazioni, l'Inter è già sul pezzo per quanto riguarda il sostituto dell'attaccante argentino. Due i nomi sul taccuino.

Il primo è Edin Dzeko. L'attaccante bosniaco della Roma piace a Spalletti e ai dirigenti nerazzurri per il suo prezzo tutto sommato contenuto, tra i 10 e i 12 milioni di euro. A influire sul valore del giocatore sono due fattori: l'età (è un classe 1985) e il contratto in scadenza con i giallorossi nel 2020. Dzeko è un attaccante moderno, di manovra e di realizzazione. Un mix che sarebbe gradito a tutti. L'altro profilo risponde al nome di Romelu Lukaku, fratello del terzino laziale Jordan. Classe 1993, Lukaku è l'attaccante titolare del Belgio che l'anno scorso, ai Mondiali di Russia, ha centrato uno storico terzo posto. Acquistato nel 2017 dal Manchester United per circa 90 milioni di sterline, in un anno e mezzo a Old Trafford il possente centravanti di origini congolesi ha fatto il suo. Secondo gli esperti di calciomercato, però, avrebbe chiesto ai Red Devils di essere ceduto. Il suo sogno - come riportato due giorni fa da Sport Mediaset - è andare alla Juventus, operazione che però appare difficile per vari motivi. E se fosse proprio l'Inter a beffare in extremis la Vecchia Signora?

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti