La Juventus taglia gli stipendi a giocatori e allenatori

Trovata l'intesa per la riduzione dei compensi. Il club bianconero risparmierà 90 milioni sul monte ingaggi complessivo

I calciatori della Juventus e Maurizio Sarri si tagliano gli ingaggi per venire incontro alla società, ferma per l'emergenza Coronavirus.

Il club bianconero è il primo tra quelli del nostro campionato a trovare un'intesa con i propri tesserati per la riduzione dei compensi, pari all'importo delle mensilità di marzo, aprile, maggio e giugno 2020. Il club torinese ha comunicato l'avvenuto accordo con una nota ufficiale: ''Juventus Football Club S.p.A. comunica, in ragione dell’emergenza sanitaria globale attualmente in corso che sta impedendo lo svolgimento dell’attività sportiva, di aver raggiunto un’intesa con i calciatori e l’allenatore della Prima Squadra in merito ai loro compensi per la restante parte della corrente stagione sportiva''.

Nello specifico: ''L’intesa prevede la riduzione dei compensi per un importo pari alle mensilità di marzo, aprile, maggio e giugno 2020. Nelle prossime settimane saranno perfezionati gli accordi individuali con i tesserati, come richiesto dalle normative vigenti. Gli effetti economici e finanziari derivanti dall’intesa raggiunta sono positivi per circa euro 90 milioni sull’esercizio 2019/2020. Qualora le competizioni sportive della stagione in corso riprendessero, la Società e i tesserati negozieranno in buona fede eventuali integrazioni dei compensi sulla base della ripresa e dell’effettiva conclusione delle stesse. Juventus desidera ringraziare i calciatori e l’allenatore per il senso di responsabilità dimostrato in un frangente difficile per tutti''.

L'operazione consente un risparmio a bilancio di 90 milioni di euro (circa un terzo del monte ingaggi complessivo) e ha visto come deus ex machina il capitano Giorgio Chiellini. Nei giorni scorsi, il difensore livornerse, dopo aver parlato con i vertici societari, aveva lanciato un appello allo spogliatoio, spingendo i compagni ad una rinuncia cospicua dello stipendio annuale. La proposta aveva subito trovato ampio consenso a partire dai senatori Buffon, Bonucci e anche da Cristiano Ronaldo. Il fuoriclasse portoghese avrebbe a quanto pare subito aderito alla proposta dichiarandosi pronto a rinunciare a quasi 4 milioni di euro.

Nel frattempo la prossima settimana i tre calciatori della Juventus positivi al Covid-19 dovrebbero essere sottoposti nuovamente al test tampone. La compagna di Paulo Dybala, anch’essa positiva al virus, aveva svelato nei giorni scorsi la data del 31 marzo, mentre il club (per motivi di privacy) ha deciso di non dare alcuna informazione sui tamponi. La Joya è l’ultimo dei tre che hanno contratto il virus mentre Rugani e Matuidi hanno già scollinato il periodo medio della durata della malattia per gli asintomatici e dovrebbero essere sulla strada della guarigione. Dovrà essere dunque un altro test a dare eventualmente la negatività al Coronavirus.

Segui già la nuova pagina Sport de IlGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

cir

Lun, 30/03/2020 - 11:47

tutti in fila a mangiare alla CARITAS..