La Juventus riporta il Milan sulla terra: 1-3 e niente fuga in classifica per i rossoneri

La doppietta di Chiesa e il gol di McKennie ha permesso alla Juventus di battere 3-1 il Milan che perde la sua prima partita in campionato interrompendo a 27 la striscia di risultati utili consecutivi

La Juventus di Andrea Pirlo batte 3-1 il Milan di Stefano Pioli interrompendo così a quota 27 la striscia di risultati utili consecutivi in campionato iniziata a giugno. La doppietta di Federico Chiesa e il gol di McKennie hanno steso il Diavolo andato in gol con Davide Calabria nel primo tempo. La sfida è stata condizionata dalle assenze di Morata per infortunio e di Alex Sandro e Cuadrado per covid tra le fila dei bianconeri e di Krunic e Rebic, sempre per coronavirus, tra quelle dei rossoneri che dovevano già fare a meno di Ibrahimovic, Saelemakers, Bennacer infortunati.

La sfida è stata equilibrata fin dall'inizio con una Juventus particolarmente fallosa e con un Milan volenteroso e a tutto campo con il pressing. Nella ripresa, però, Chiesa, Dybala e i cambi di Pirlo con gli innesti di Kulusevski e McKennie sono risultati decisivi ai fini del risultato finale con CR7 in ombra e mai pericoloso per tutti e novanta i minuti di gioco. Con questa vittoria la Juventus sale al quarto posto a quota 30 punti a meno sette dal Milan ma con una partita da recuperare, quella con il Napoli di Gattuso. I rossoneri masticano amaro per aver perso la grande occasione di poter allungare in classifica sull'Inter di Conte sconfitta nel pomeriggio a Genova contro la Sampdoria di Ranieri. Ora la classifica si fa molto interessante con sette squadre distanti solo nove punti e con Juventus, Napoli e Atalanta con una partita in meno.

La cronaca della partita

Il primo squillo è della Juventus con Dybala che riceva palla da Frabotta e scarica in porta: Kjaer respinge con il corpo. Al 7' Bentancur si addormenta in area di rigore e regala la sfera a Castillejo che impegna Szczesny alla parata in angolo. Chiesa coglie una clamorosa traversa al 15' con un destro secco a Donnarumma battuto e il vantaggio arriva tre minuti dopo con la bella combinazione Chiesa-Dybala: l'italiano serve la Joya che gli ridà la palla di tacco, Chiesa taglia fuori Hernandez e con il destro fa secco Donnarumma per lo 0-1.

Rafael Leao con un gran tiro a giro dii sinistro sfiora il gol del pareggio mentre al 23' Chiesa impegna Donnarumma alla parata con i pugni. Ramsey regala palla ad Hauge al 28', il norvegese serve Leao che impegna Szczesny alla parata in angolo. Calhanoglu ci prova con un tiro al 34' mentre un minuto dopo Ramsey sfiora l'autogol con il portiere polacco che compie un miracolo prima sul suo compagno e poi su Calhanoglu. Minuto 41' il Milan trova il pareggio con Calabria che riceve palla da Rafael Leao: piatto destro secco sotto l'incrocio. Lamentele della Juventus per un fallo in avvio d'azione di Calhanoglu su Rabiot non ravvisato da Irrati.

Nella ripresa Dalot impegna Szczesny con un tiro da fuori al 48' mentre al 56' Ramsey da ottima posizione la calcia fuori di sinistro. Minuto 62' Dybala allarga benissimo per Chiesa che stoppa, converge e con un sinistro a giro fa secco ancora una volta Donnarumma. Nell'azione del gol il figlio d'arte si fa male e lascia il posto a Kulusevski. Al minuto 70' il Milan reclama per un fallo su Castillejo: Irrati grazia l'uruguaiano che era già ammonito. Minuto 71' CR7 serve benissimo McKennie che controlla e calcia: Donnarumma in angolo. Kulusevksi si beve Romagnoli al 76' e serve McKennie che di destro segna il 3-1. Calhanoglu ci prova dalla distanza all'84': blocca Szczesny.

Il tabellino

Milan: Donnarumma; Dalot (81' Maldini), Kjaer (81' Kalulu), Romagnoli, Hernandez; Calabria (81' Conti), Kessie; Castillejo (87' Colombo), Calhanoglu, Hauge (67' Brahim Diaz); Rafael Leao.

Juventus: Szczesny; Danilo, Bonucci, De Ligt, Frabotta (86' Demiral); Chiesa (63' Kulusevski), Bentancur (74' Arthur), Rabiot, Ramsey (74' Bernardeschi); Dybala (63' McKennie), Cristiano Ronaldo.

Reti: 18' e 62' Chiesa (J), 41' Calabria (M), 76' McKennie (J)

La classifica di Serie A

Milan 37, Inter 36, Roma 33, Juventus* 30, Sassuolo 29, Napoli* e Atalanta* 28, Lazio 25, Verona 24, Benevento 21, Sampdoria 20, Bologna 17, Udinese* 16, Fiorentina 15, Cagliari 14, Torino e Parma 12, Spezia e Genoa 11, Crotone 9.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.