Ladri a casa di Sensi durante Inter-Torino: colpo da 200mila euro

I ladri hanno portato via borse, gioielli e altri effetti personali. A dare l'allarme è stato lo stesso calciatore, rientrato a casa dopo la partita con il Torino

Ladri a casa di Sensi durante Inter-Torino: colpo da 200mila euro

Brutta sorpresa per Stefano Sensi al ritorno a casa dopo la vittoria per 1-0 di ieri sera contro il Torino, che consente all'Inter di chiudere il girone d'andata in vetta alla classifica con un vantaggio di quattro punti sul Milan.

Mentre il centrocampista nerazzurro era impegnato a San Siro per la sfida contro i granata – ingresso in campo all’82' al posto di Vidal – il suo appartamento in zona Gae Aulenti, nel centro di Milano è stato preso d’assalto dai ladri. Approfittando dell'assenza del giocatore, i malviventi hanno rubato gioielli, orologi e borse della moglie del calciatore, l'influencer Giulia Amodio. Un bottino di circa 200mila euro. Tra la refurtiva spicca anche un orologio Patek Philippe per un del valore di 60mila euro.

Se n'è accorto lui stesso, rientrando a casa in tarda serata dopo la partita e la cena. Una porta finestra non era chiusa bene, e in un attimo lui e la moglie hanno realizzato l'accaduto. A quel punto null'altro hanno potuto fare che chiamare gli agenti della Questura per sporgere denuncia. Le forze dell'ordine, giunte sul posto verso mezzanotte e mezza, hanno potuto ricostruire la dinamica dell'episodio ed accertare l'effrazione della porta-finestra situata in cucina: è proprio da lì, dall'ingresso che si trova al primo piano, che i ladri si sono introdotti nell'abitazione. Al momento sono in corso ulteriori accertamenti da parte della polizia per risalire agli autori del colpo.

Il colpo compiuto nella casa di Sensi allunga la lista dei furti subiti dai calciatori nell'ultimo periodo. Un altro interista, il centrocampista Arturo Vidal, aveva subito un furto in casa il 7 novembre scorso durante il derby col Milan. Stessa sorte toccata all’attaccante Luis Muriel: un bottino da 300 mila euro portato via durante la partita di Champions League, Atalanta-Villareal. Senza dimenticare il caso più agghiacciante, la rapina a mano armata subita da Adam Ounas del Napoli, affrontato e minacciato in garage da un rapinatore che gli aveva puntato una pistola contro, alla vigilia della partenza per Milano.

Segui già la nuova pagina Sport de ilGiornale.it?

Commenti