L'Inter alza la cresta con il sì di Vidal. Aspettando Mister X

Il cileno potrebbe fare le visite già domani Un altro che torna in serie A. Ma non è finita

A volte ritornano. Chiamatelo effetto Ronaldo, con l'arrivo del fenomeno portoghese che ha ridato nuovo appeal alla nostra serie A. Ma CR7 o meno sono tanti i calciatori che avevano lasciato il nostro campionato e che hanno deciso di rientrare in Italia. E tanti altri vorrebbero tornare nel Belpaese. Primo della lista, un po' a sorpresa, Arturo Vidal. Il cileno del Bayern Monaco, dopo le quattro stagioni alla Juventus, è ormai a un passo dall'Inter.

L'accordo tra il club tedesco e quello nerazzurro è cosa fatta sulla base di un prestito oneroso con diritto o obbligo di riscatto per un operazione complessiva di poco al di sotto dei 25 milioni di euro con il centrocampista pronto a legarsi all'Inter per i prossimi tre anni. Già domni Vidal potrebbe arrivare a Milano per sottoporsi alle visite mediche e firmare il nuovo contratto. Un acquisto importante per Spalletti che aveva chiesto a gran voce rinforzi di qualità per potersela giocare sia in campionato che in Champions league, specie dopo i malumori, mai nascosti, per la campagna acquisti non all'altezza della scorsa stagione.

Con un centrocampo di grande qualità composto da Brozovic, Nainggolan, e Vidal, il tecnico toscano non può che essere soddisfatto. Qualità e quantità, ma potrebbe non essere finita qui. L'Inter infattti starebbe lavorando sottotraccia ad un altro colpo e, anche in questo caso, potrebbe trattarsi di un ritorno. Mateo Kovacic potrebbe infatti essere la pedina in più nella mediana nerazzurra. Chiuso al Real Madrid, ritroverebbe la Milano nerazzurra e un folta colonia croata. Ma un'altra voce porta a Rafinha, brasiliano rientrato al Barcellona dal prestito ma desideroso di tornare all'Inter dove si è trovato benissimo. Anche ieri lo ha detto senza filtri: «Fosse per me tornerei subito».

Ah, questa serie A così affascinante. La tendenza è chiara, tutti vogliono (di nuovo) giocare da noi, come negli anni d'oro. Oltre agli interisti in questa sessione di mercato sono tanti quelli già rientrati e quelli che vorrebbero farlo. Dopo il Palermo Javier Pastore è alla Roma, Joaquin Correa, già alla Sampdoria, è un nuovo giocatore della Lazio a seguito della parentesi Siviglia. Pasalic, ex Milan, dal Chelsea è andato all'Atalanta mentre Criscito si è tagliato il super ingaggio che aveva allo Zenit per tornare al Genoa. Cavalli di ritorno anche Boateng, Sassuolo, e Bruno Alves, Parma. Vicino al rientro anche Obiang, alla Sampdoria.

Ci sono poi i sogni proibiti, ma nemmeno troppo. Pogba è l'oggetto del desiderio e l'obiettivo della Juventus che lo aveva lanciato, Darmian è cercato dal Napoli e Zaza è conteso da Torino e Sampdoria. Ci sono poi quelli come Morata, che in Italia sarebbe tornato di corsa ma non è stato liberato dal Chelsea, e Cavani a lungo corteggiato dal suo ex presidente De Laurentiis. A volte ritornano o sperano di farlo. Quest'anno ancora di più.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.