L'Inter schianta 3-0 il Milan: Lukaku vince il derby contro il nemico Ibrahimovic

La doppietta di Lautaro Martinez e il gol di Lukaku hanno permesso all'Inter di vincere il derby contro il Milan e di volare a quota 53 punti. I nerazzurri lanciano la volata scudetto

L'Inter di Antonio Conte vince l'atteso e decisivo derby contro il Milan di Stefano Pioli che perde con un netto 0-3 e conferma di attraversare un momento psico-fisico difficile. I gol della vittoria sono stati siglati da Lautaro Martinez, autore di una doppietta e Romelu Lukaku che ha vinto il derby a distanza con il grande "nemico" Zlatan Ibrahimovic. La partita è stata ben giocata dall'Inter, soprattutto nel primo tempo, con il Milan che ha avuto una reazione rabbiosa nei primi cinque minuti del secondo tempo con tre occasioni nel giro di tre minuti con Handanovic grande protagonista con tre grandi parate due volte su Ibrahimovic e una volta su Tonali.

L'Inter ha dimostrato di essere più in palla e più forte di questo Milan che dopo mesi strepitosi in questo 2021 sta un po' calando dal punto di vista della forma fisica, delle idee e del gioco. Con questo prezioso successo l'Inter vola a quota 53 punti in classifica a più 4 sui cugini rossoneri che cadono così per la seconda volta nel giro di 26 giorni in una Stracittadina. I nerazzurri di Conte lanciano così la volata scudetto con 11 punti di vantaggio sulla Juventus che ha però due gare da recuperare. Toccante minuto di silenzio per Mauro Bellugi, grande giocatore nerazzurro, scomparso nella giornata di ieri a 71 anni.

La cronaca della partita

Inter subito aggressiva e propositiva con Lukaku che scappa via in velocità a Romagnoli: il cross del belga viene murato da Kjaer ma la sfera torna sui piedi del gigante nerazzurro che la crossa perfettamente per la testa di Lautaro Martinez che di testa la sblocca. L'Inter gioca meglio e tiene il Milan in costante apprensione e al 27' sfiora il pareggio con il cross di Perisic non raccolto per poco da Lukaku in scivolata. Al 33' Theo Hernandez si coordina bene in area di rigore e va al tiro di destro: palla fuori di poco. Al 36' Perisic chiama alla parata Donnarumma con Lautaro che non riesce poi a ribadire in rete. Ibrahimovic ci prova con un tiro da fuori area ma Handanovic blocca a terra e in pieno recupero Skriniar sfiora il raddoppio con un colpo di testa che sorvola di poco la traversa.

Nella ripresa il Milan parte subito furioso con tre occasioni nel giro di due minuti e mezzo due volte con Ibrahimovic con due miracoli di Handanovic e una volta con Tonali con ancora il portiere dell'Inter grande protagonista. Lautaro Martinez chiama alla parata Donnarumma al 53' e al 57' l'Inter raddoppia ancora con Lautaro Martinez ben servito da Perisic: il Toro di sinistro batte Donnarumma da posizione ravvicinata. Donnarumma evita il tris al 63' con una grande parata su Lukaku che tre minuti dopo se ne va in velocità e di sinistro batte il numero uno rossonero. Al 69' Eriksen ci prova ma il suo tiro è alto, così come quello di Barella al 74. Minuto 75' Pioli sostituisce Ibrahimovic che esce sconsolato dal campo. Brozovic lascia il pallone a Calhanoglu all'83' ma la palla termina altissimo. Rebic ci prova con un sinistro al veleno all'89' ma Handanovic la accompagna in angolo.

Il tabellino

Milan: Donnarumma, Calabria, Kjaer, Romagnoli, Theo Hernandez, Kessie, Tonali (67' Meité), Saelemaekers (67' Rafael Leao), Calhanoglu, Rebic, Ibrahimovic (75' Castillejo)

Inter: Handanovic, Skriniar, de Vrij, Bastoni, Hakimi (83' Young), Barella (86' Vidal), Brozovic, Eriksen (78' Gagliardini), Perisic (78' Darmian), Lautaro Martinez (78' Sanchez), Lukaku.

Reti: 5' e 57' Lautaro Martinez (I), 66' Lukaku (I)

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

jaguar

Dom, 21/02/2021 - 17:24

Purtroppo il Milan è cotto e bollito, ci siamo illusi per qualche mese e adesso emergono i limiti di una squadra composta da qualche buon giocatore e nulla più. Andrebbe già bene arrivare nelle prime quattro, ma se poi non si trovano soldi per attrezzare la squadra per la Champions......

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Dom, 21/02/2021 - 17:53

dopo tanto oggi Handanovic si è guadagnato lo stipendio...grande Lukaku, come campione e come uomo