L'Under 19 va ai Mondiali. L'Italia c'è solo nel futuro

L'Italia del calcio torna al Mondiale

L'Under 19 va ai Mondiali. L'Italia c'è solo nel futuro

L'Italia del calcio torna al Mondiale. Non è una allucinazione dovuta alla calura estiva, bensì un altro messaggio di speranza lanciato dai giovani azzurri verso un movimento che, una buona volta, farà bene a farsi trovare pronto per raccogliere l'appello accorato delle sue gemme.

Vero, è solo un Mondiale Under 20 quello per il quale si è qualificata la nostra Nazionale Under 19, grazie alle due vittorie che sono valse l'accesso alle semifinali dell'Europeo in corso di svolgimento in Slovacchia. Ma è un segnale di continuità importante quello che arriva dalle nostre giovanili, che oltre a meritarsi un posto tra le migliori quattro del continente hanno centrato la terza partecipazione consecutiva alla rassegna iridata, palcoscenico che ci ha visti brillare nelle ultime due edizioni (storico bronzo nel 2017, quarto posto nel 2019).

E non è un caso che gli uomini chiave di questo gruppo azzurro, guidato dal ct Nunziata, abbiano tutti messo a curriculum l'esordio in Serie A. Da Coppola a Terracciano del Verona, passando per Baldanzi dell'Empoli e Volpato della Roma (già in gol coi grandi), fino ad arrivare a Miretti che si è già guadagnato la fiducia di Allegri nel centrocampo della Juventus. Se i grandi arrancano, dagli azzurrini arrivano segnali di speranza che si aggiungono a quelli lanciati dall'Under 21, che ha staccato il biglietto per la fase finale dell'Europeo appena una settimana fa. Conquistato il pass per il Mondiale, l'Under 19 adesso può continuare a sognare l'Europa: la sfida di domani con la Francia (ore 17.30) decreterà la vincitrice del girone, mentre martedì sarà la volta delle semifinali. E allora forza, azzurrini: il futuro è adesso

Commenti