Jacobs da sogno. E nei 100 metri fa il record italiano

Con un tempo di 9"94, l'atleta azzurro si qualifica come primo nelle batterie dei 100m. Il primo agosto l'appunto in semifinale

Jacobs da sogno. E nei 100 metri fa il record italiano

Marcell Jacobs fa sognare alle Olimpiadi di Tokyo: l'atleta azzurro vola in semifinale nei 100m come primo nella sua batteria, battendo anche il record italiano in 9"94.

Un debutto così prorompente ai Giochi Olimpici probabilmente non l'aveva mai immaginato nemmemo lui. L'atleta di Desenzano del Garda ha migliorato di un centesimo il primato che aveva stabilito a Savona lo scorso 13 maggio, scendendo sotto i dieci secondi per la terza volta in carriera. Si è presentato a Tokyo 2020 con il sogno di accedere alla finale e di provare a conquistare una medaglia. Per il momento arriva una comoda qualificazione alle semifinale, una dimostrazione di forza sorprendente per la facilità disarmante con cui è avvenuta. Questo risultato lo proietta in una nuova dimensione internazionale, tanto da poter coltivare seriamente delle ambizioni di medaglia nel contesto da sogno delle Olimpiadi.

Il 26enne è uscito benissimo dai blocchi di partenza e si è distinto brillantemente fin dai primissimi metri, poi ha piazzato un lanciato micidiale e nel finale è andato via sciolto. La sensazione è che potesse spingere ancora di più ma naturalmente le energie sono state preservate per la semifinale di domani, ultimo ostacolo prima di arrivare alla finalissima dei 100 metri. Il velocista nativo di El Paso si è lasciato alle spalle il giamaicano Oblique Seville (10.04, personale) e il sudafricano Shaun Maswanganyi (10.12), anch’essi qualificati direttamente alle semifinali.

Al prossimo turno accedono i primi tre classificati delle sette batterie e i migliori tre tempi di ripescaggio. Proprio a questi ultimi si aggrappa lo statunitense Travyon Bromell, il grande favorito della vittoria finale, che ha steccato completamente nella seconda batteria ed è sembrato lontanissimo dalla froma dei giorni migliori.

Intanto anche Filippo Tortu si qualifica per la semifinale. L'altro azzurro ha chiuso quarto la propria batteria col tempo di 10''10 ed è tra i tre ripescati insieme proprio a Brommel e al britannico Prescord. "Penso di essere andato abbastanza bene - ha commentato a caldo -, forse ho perso qualcosa negli ultimi 10 metri. Sono parzialmente soddisfatto. Ho fatto il mio primato stagionale, il che dovrebbe rendermi soddisfatto. Ma non è così, perché domani dovrò fare molto meglio per entrare in finale e continuare a sognare. Darò tutto quello che ho nella testa e nelle gambe".

Le prime parole di Jacobs

"Sento tutto il tifo dell'Italia" ha detto Jacobs alla Rai. Domani è un'altra gara, un altro giorno". E sul record italiano:"Non me l'aspettavo tanto perché sono partito bene ma non con le solite frequenze e pensavo di non star correndo fortissimo. Nel finale ero avanti e ha anche controllato". "L'importante era qualificarsi - ha aggiunto l'azzurro - ora voglio arrivare in super forma all'appuntamento di domani. Sono arrivato qui con grande determinazione e grande voglia di fare: da una vita sogno questo momento, sono consapevole del percorso fatto e ora si vedono anche i risultati". Adesso è impossibile nascondersi e con questo stato di forma c'è molta fiducia per le sue prossime prove. Le semifinali sono in programma domani alle 12.15, l'eventuale finale alle 14.50.

Segui già la nuova pagina Sport de ilGiornale.it?

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti