Sport

Marcialonga, Tour de Ski e Combinata: tris "nordico" in Val di Fiemme

A gennaio in Trentino tornano i grandi eventi internazionali fra sfide e spettacolo perché questo è il regno dello sci nordico italiano

Marcialonga, Tour de Ski e Combinata: tris "nordico" in Val di Fiemme

Coppe del Mondo della Val di Fiemme e Marcialonga: ovvero grande sci nordico internazionale che torna nel 2022 con eventi dai due volti, strettamente agonistico per le Coppe e “popolare”, vera festa per tutti il secondo, che unisce campioni a migliaia di appassionati. Presentati con una formula inedita a Milano perché si doveva stabilire quale fosse il più grande in Italia con uno sguardo al grande appuntamento delle Olimpiadi della neve Milano-Cortina 2026 che vedranno protagoniste anche queste valli.

Decisione non facile da prendere che ha avuto come protagonisti cinque match combattuti a colpi di dialettica e riflessioni su un ring con tanto di arbitro (Stefano Arcobelli, giornalista dello sci nordico di Gazzetta dello Sport) e guantoni simboli che nessuno degli sfidanti ha indossato. Alla fine forse si può parlare di pareggio, perché in fondo le manifestazione sono l’una - la Marcialonga - la conseguenza dell’arrivo delle Coppe.

Si tratta del Tour de Ski, che proporrà le due giornate finali del challenge lunedì 3 e martedì 4 gennaio, delle gare di Coppa del Mondo di combinata nordica dal 6 al 9 gennaio, maschile e per la prima volta in Italia anche femminile, e della regina delle granfondo sugli sci stretti, la mitica Marcialonga del 30 gennaio che parte da Moena, arriva a Canazei e poi dopo la Val di Fassa attraversa la Val di Fiemme con arrivo a Canazei.

Interlocutori importanti nei cinque round, i due presidenti Angelo Corradini e Pietro De Godenz, il segretario generale Fisi Loretta Piroia e l’amministratore delegato di Trentino Marketing Maurizio Rossini e ancora Jurg Capol della Fis e Tito Giovannini di Infront, il telecronista della diretta Sky di Marcialonga Francesco Pierantozzi e il campionissimo Cristian Zorzi, le due azzurre della combinata Annika Sieff e Veronica Gianmoena. A scandire i vari duelli è stata la Soreghina Silvia Zorzi, l’ambasciatrice della Marcialonga per questa edizione 2022.

Presentazione gare sci nordico Val di Fiemme

Alla domanda del giornalista riguardo al livello di importanza dei due eventi e se uno prevalga di più sull’altro, De Godenz risponde: “Entrambi gli eventi sono importanti allo stesso modo”. Più convincente la risposta del presidente Corradini, che privilegia la Marcialonga, che ha dato origine con la sua lunga storia a fare della Val di Fiemme il regno dello sci di fondo.

Piroia ha sottolineato il buon rapporto della Fisi con il Trentino, patria dello sci nordico, e aggiunge l’importanza e il sostegno che vuole dare la Fisi ai giovani atleti in vista delle Olimpiadi Milano-Cortina 2026. Rossini invece ricorda che il Trentino è la regione più sportiva d’Italia e che il 70% dei turisti che vivono il territorio in vacanza lo fanno all’aria aperta, attratti dalla natura che è il grande richiamo. Jurg Capol assieme a Tito Giovannini hanno invece confermato il supporto reciproco tra Fis e Tv che porta questi grandi eventi nella case di tutti. E l’ex campione di casa Cristian Zorzi, salito sul ring con Francesco Pierantozzi, ha sottolineato l’importanza dell’atleta perché è lui, con le sue imprese, la sua storia a creare il grande spettacolo sulla neve.

Sul ring hanno “duellato” anche le due atlete di combinata nordica Annika Sieff e Veronica Gianmoena, rivali ma soprattutto amiche che si sostengono l’un l’altra negli allenamenti e nella preparazione delle gare. Poi sarà la pista a decidere… Chiusura del “combattimento” con immagini e musica di Rocky Balboa e Cristian Zorzi con tanto di parrucca bionda a decretare la fine dei match con il cartello The End.

Dopo l’intervento dei direttori generali di Val di Fiemme, Cristina Bellante e di Marcialonga, Davide Stoffie, che hanno spiegato le novità delle edizione 2022, due filmati curiosi, le immagini dell’aurora boreale della Marcialonga Arctic Skirace che si svolgerà il 20 febbraio 2022 e la videochiamata del campionissimo Peter Eliassen che, dopo aver vinto la Marcialonga e conquistato un secondo e terzo posto aveva deciso di lasciare, ha annunciato che tornerà alla Marcialonga con i colori del Team Robinson Trentino. Saranno tre i team italiani impegnati in Visma Ski Classics, lo challenge di Coppa del Mondo delle lunghe distanze. Oltre al Robinson Trentino ci saranno Team Futura Alta Quota Trentino e Team Internorm Trentino Zorzi Max.
In Val di Fiemme e in Val di Fassa ora si attendono le condizioni ideali per innevare le piste, per Natale dovrebbe essere pronta gran parte della pista Marcialonga, ma anche a Lago di Tesero e a Predazzo cannoni pronti e aspettando le nevicate.

Commenti