Mondiali di volley: Italia ad un passo dall'eliminazione, poi è 3-2 sulla Francia

italia di rimonta sulla Francia ai Mondiali

C'è stato un momento in cui l'Italvolley era fuori dal Mondiale. La Francia era avanti due set a zero e il destino degli Azzurri, battuti a sorpresa dall'Iran all'esordio, pareva segnato. Ed invece i ragazzi di Berruto hanno ribaltato un match che sembrava perso e hanno portato a casa una vittoria fondamentale per rimanere in corsa per la seconda fase.

Eppure il match era cominciato e proseguito addirittura peggio di quello con gli Asiatici, con una Francia non certo stratosferica, ma comunque capace di approfittare dell'ennesima giornata storta di "Azzurra". Tuttavia, dopo aver perso il secondo parziale, Berruto ha effettuato alcuni cambi e modificato leggermente l'assetto della squadra: tutte mosse che si sono rivelate vincenti. Sugli scudi senza dubbio Baranowicz, uno degli innesti effettuati dal tecnico dopo il secondo set, e la scelta di affidarsi al doppio libero.

Il primo set è stato combattuto, ma i snotri avversari sono sempre stati avanti, approfittando di un'Italia che si è mostrata non in grado di completare le varie rimonte effettuate e portarsi in vantaggio. A fare la differenza nel primo set non è tanto la difesa, che ha ben figurato, quanto un attacco totalmente abulico. Il secondo set si è svolto sulla falsariga del secondo e quando i Francesi si sono trovati avanti con un doppio parziale di vantaggio, a tutti è parso ormai certo che il nostro Mondiale fosse concluso.

Ed invece dal terzo set in poi la squadra italiana ha cominciato a giocare gradualmente meglio, come testimoniano le migliori percentuali al servizio e a muro, e alla fine gli Azzurri hanno vinto al quinto set, conquistato per 15-12. Difficile, peròm che giocando così si possa fare molta strada.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.