Calcio

Nations League. L'ItalMancini e 2 gare contro il mal di finali

Due partite per chiudere nel migliore dei modi. Due partite per capire se gli azzurri sono guariti o se sono qui solo per caso

Nations League. L'ItalMancini e 2 gare contro il mal di finali

Ascolta ora: "Nations League. L'ItalMancini e 2 gare contro il mal di finali"

Nations League. L'ItalMancini e 2 gare contro il mal di finali

00:00 / 00:00
100 %

Due partite per chiudere nel migliore dei modi. Due partite per capire se gli azzurri sono guariti o se sono qui solo per caso. Si gioca la final four della Nations league, torneo nato per cancellare tutte quelle inutili amichevoli a cui erano costrette le nazionali e decollato di edizione in edizione (siamo alla terza) fino a questo appuntamento che vede già in campo stasera Olanda e Croazia nella prima semifinale (ore 20.45, diretta Tv8 e Sky). Domani tocca agli azzurri contro la Spagna in una delle grandi classiche del calcio europeo, sfida arrivata all'edizione numero 40 con le Furie rosse in leggerissimo vantaggio (12 vittorie e 11), ma dominanti negli ultimi dieci confronti (una sola vittoria azzurra contro quattro spagnole).

Si riparte dall'Italia mediocre vista nelle qualificazioni europee con la deludente sconfitta interna con l'Inghilterra e la non esaltante vittoria di Malta. Si riparte con poche novità tra i convocati e con la conferma dell'oriundo Retegui, domani in ballottaggio con il rientrante Immobile e autore di due gol nelle prime due partite giocate, ma sempre accompagnato dalle polemiche e dai dubbi sulla necessità di ricorrere a questi sudamericani semisconosciuti, a fronte oltre tutto della crescita delle nostre nazionali giovanili, testimoniata dall'ottimo Mondiale della Under 20.

A proposito degli azzurrini, sconfitti solo all'ultimo atto dall'Uruguay, l'Italia di Mancini adesso ha anche il compito di sfatare questa maledizione delle finali che ci sta perseguitando da venti giorni a questa parte: dopo Roma, Fiorentina e Inter sconfitte nelle tre finali europee e la Nazionale Under 20 ai Mondiali, in Olanda speriamo di arrivare veramente fino in fondo, perché solo con

due vittorie convincenti e la conquista della coppa potremmo finalmente metterci alle spalle le delusioni recenti e soprattutto quelle un po' più lontane, legate ancora alla clamorosa eliminazione dal Mondiale qatariota.

Commenti