Nuovo stadio Inter-Milan: per ora vincono i no in Comune

Il consiglio comunale si dovrà pronunciare a metà ottobre sul nuovo impianto che sorgerà nell'area di San Siro: per ora ci sarebbero 20 contrari, 19 indecisi e solo due favorevoli

Nuovo stadio Inter-Milan: per ora vincono i no in Comune

Lo scorso 26 settembre, Milan ed Inter hanno presentato i due progetti finalisti per la costruzione del nuovo impianto che sorgerà nell'area di San Siro, vicinissimo a dove si trova attualmente il Meazza. Manica-Sportium e Populous hanno presentato le loro idee di come dovrà essere il nuovo impianto dei due club che ora dovranno solo decidere quale dei due sarà il vincitore e si aggiudicherà il bando per costruire la nuova casa di Inter e Milan.

In tutto ciò anche il Comune di Milano sarà parte interessata in merito al progetto per il nuovo stadio di San Siro. Secondo quanto riporta Il Sole 24 Ore, però, il consiglio comunale non avrebbe preso bene la scelta, definita troppo mediatica, di Milan ed Inter di annunciare pubblicamente i due progetti scavalcando di fatto la politica. Al momento, pare che dei 48 consiglieri chiamati a votare a metà ottobre siano solo due i favorevoli, a fronte di 19 indecisi, di sette tendenzialmente non favorevoli e di ben venti che non sarebbero d'accordo sulla costruzione di un nuovo stadio che andrà a prendere il posto di quello esistente.

Manica Sportium con il suo stadio ad anelli e Populous con il suo progetto a Cattedrale, tra l'altro, sono arrivati in finale dopo una prima scrematura di cui facevano parte altri due progetti e anche in questo caso non sarebbe stata coinvolta la politica locale anche se l'attuale legge sugli stadi non prevede l'obbligo di passare dal consiglio comunale in questa fase preliminare, con Palazzo Marino che ha però voluto prima sentire un pareare dei consiglieri per poi dare il via libera o meno al progetto.

Inter e Milan sono andate spedite verso la costruzione di un nuovo impianto e di non hanno mai minimamente pensato di poter ristrutturare San Siro anche perché il restyling di San Siro costerebbe 510 milioni di euro in 5-6 anni di lavori con il rischio di non arrivare in tempo alla gara inaugurale dei giochi olimpici del 2026. Rifarlo nuovo, invece, costerebbe "solo" 650 milioni di euro e il tutto in tre anni.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

Commenti

Grazie per il tuo commento