Opel Corsa dei record con l'orgoglio di essere una tedesca

Da novembre la riedizione del best seller e, in marzo, anche la versione solo elettrica

Piero Evangelisti

Milano Trentasette anni di produzione ininterrotta, più di 13,6 milioni di unità vendute, 5 generazioni: sono sempre meno i modelli in circolazione che possono vantare una carriera, di continuo al vertice, come quella di Opel Corsa che debutterà con la sesta serie la prossima settimana al Salone di Francoforte. La prima piccola di Opel, un gradino sotto la popolarissima Kadett, stupì tutti al suo esordio sulle strade di Travemünde, anche gli attenti «Vopo» della Ddr appollaiati sulle loro torrette sulla riva orientale della Trave. Oggi, in uno scenario, per fortuna, completamente cambiato, la Corsa sesta serie non è più la piccola di casa Opel, ruolo in cui è stata sostituita da Adam, e supera i 4 metri di lunghezza, crescendo di 4 cm rispetto alla precedente. Cala sensibilmente il peso, fino a 108 chilogrammi, una riduzione che ha consentito di realizzare una versione che pesa soltanto 980 kg, risultato che va in gran parte ascritto alla piattaforma Emp2 di Groupe Psa sulla quale la nuova Corsa è realizzata: un pianale a elevata flessibilità che permette di costruire tutte le varianti di Corsa - a benzina, diesel e full-electric - sulla stessa linea di montaggio.

Nonostante le numerose parti in comune, condivise con le francesi del gruppo (che ha riportato la Casa di Rüsselsheim a risultati di vendita sconosciuti fino a un paio di anni fa), Corsa vuole essere prima di tutto tedesca, esprimere cioè quell'immagine di solidità, sportività e qualità con la quale ha conquistato anche gli automobilisti italiani, 800mila dei quali ne sono ancora al volante (1,6 milioni le unità vendute dal 1982 a oggi).

Altro punto di forza della compatta tedesca, prodotta in Germania e Spagna, è l'offerta di serie di tecnologie, come i fari Intellilux a Led Matrix o l'Adaptive Cruise Control, normalmente riservate a vetture di categoria superiore, una scelta che mira a rendere sempre più accessibili i dispositivi di sicurezza attiva. A garantire una guida che in Opel promettono entusiasmante ci pensano i motori a benzina e turbodiesel, i primi a essere disponibili a partire da novembre (potenze da 75 a 130 cv, con prima assoluta del cambio a doppia frizione Eat8), mentre da marzo 2020 sarà pronta anche la 100% elettrica Corsa-e, già ordinabile.

Tre i livelli di allestimento delle Corsa con motori termici (Edition, Elegance e GsLine) offerti con un listino che, grazie a una promozione valida fino al 30 settembre, parte da 13.500 euro della Corsa Edition 75 cv. Corsa-e, per la quale in Opel Italia suggeriscono di valutare il noleggio, avrà un motore da 136 cv e un'autonomia di 330 km a emissioni zero.

Commenti