Palermo domina, l'Empoli risponde

Il Palermo passa a Crotone ed è campione d'inverno - titolo che otto volte su 10 ha portato alla promozione - l'Empoli replica a Pescara. Il doppio incrocio d'alta classifica consolida le ambizioni e le potenzialità che le due favorite hanno espresso nell'ultimo mese. Siciliani e toscani non hanno il gioco-spettacolo del Pescara di Zeman, esaltato dai gioielli Insigne-Immobile-Verratti, né il passo del Sassuolo di Di Francesco che a metà campionato aveva 48 punti, ma hanno carattere e determinazione per superare polemiche e imprevisti. Da una parte Hernandez-Lafferty, dall'altra Tavano-Maccarone: coppie che hanno le chiavi della A.
La sorpresa si chiama Avellino, neo-promosso e ben saldo al terzo posto con la regia di Arini, grande scoperta dell'allenatore Rastelli, metà campionato positivo anche per il Pescara. All'appello mancano Brescia, Modena e Spezia, partite con grandi speranze e importanti investimenti di mercato, in grave crisi Reggina e Padova che devono lottare per non retrocedere. Si riparte il 25 gennaio, con l'eccezione del recupero (19) Varese-Novara.
I risultati dell'ultima di andata: Avellino-Padova 2-1, Brescia-Trapani 3-3, Carpi-Juve Stabia 1-0, Cesena-Modena 1-1, Cittadella-Lanciano 1-2, Crotone-Palermo 1-2, Novara-Bari 0-1, Pescara-Empoli 1-2, Siena-Varese 1-1, Spezia-Latina 1-4, Ternana-Reggina 2-1. Classifica: Palermo 40; Empoli 39; Avellino 37; Pescara 34; Lanciano 33; Crotone 32; Cesena 31; Carpi*, Brescia, Trapani, Latina e Spezia 30; Siena (-5) 29; Varese* 27; Bari (-3) 23; Modena e Ternana 22; Cittadella 21; Novara* 20; Padova* 18; Reggina 14; Juve Stabia 9. * una in meno.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti