Il Real Madrid si affida al fuoriclasse: CR7 vuole la sua terza Champions League

L'attaccante portoghese è fermo a quota 51 reti in stagione: un vero record per un fuoriclasse indiscusso che è il vero trascinatore della squadra di Zidane.

Il Real Madrid si affida al fuoriclasse: CR7 vuole la sua terza Champions League

Il Real Madrid si presenta molto bene alla finale di Milano nonostante ci sia stato, nei giorni scorsi, un piccolo allarmismo sulle condizioni di Cristiano Ronaldo che dopo uno scontro di gioco, in allenamento con il secondo portiere Casilla, aveva fatto tremare Zinedine Zidane e tutti i tifosi del Real. CR7, dunque, è la stella, il fuoriclasse indiscusso dei Blancos che ha voluto allontanare le voci di mercato: “Non c'è dubbio che io voglia restare qui. Penso proprio che chiuderò la mia carriera giocando per il Real Madrid. Dopo la finale firmerò il rinnovo? Vedremo. Di sicuro il Real Madrid farebbe una cosa furba a prolungarmi il contratto. Io qui sono felice, mi trovo benissimo, anche se in passato ci sono stati dei problemi. Al mondo non esiste un club migliore di questo”.

Il Real ha messo insieme 110 reti in Liga e 35 li ha segnati proprio l’ex attaccante del Manchester United che arriva a quota 51 in stagione considerando anche i 16 centri in Champions League, di cui ne è capocannoniere ampiamente solitario. Gareth Bale e Karim Benzema sono gli altri due terminali offensivi di primo livello in casa Real. Il gallese ha messo a segno 19 reti in Liga ma non ha ancora segnato in Champions: che sia la volta buona in questa stagione? Il francese, invece, ha siglato 24 reti in campionato e 4 in Champions. 78 gol in tre sui 110 totali realizzati dal Real in campionato, tre vere macchine da guerra.

Oltre a loro, però, ci sono altri calciatori che sono fondamentali per la squadra di Zidane: a cominciare dal metronomo Luka Modric, passando per il talentuoso Toni Kroos, fino ad arrivare a Casemiro, Isco (nel mirino della Juventus), James Rodriguez. La difesa è il punto “debole” del Real Madrid: la retroguardia merenegues, infatti, ha subito 35 reti in Liga, 6 in più rispetto al Barcellona campione di Spagna e 17 in più rispetto ai cugini dell’Atletico Madrid che fanno della difesa il loro punto di forza. Sergio Ramos, l’esterno sinistro Marcelo e il portiere Navas sono quelli che hanno avuto un rendimento più alto rispetto ai vari Pepe, Carvajal e Varane (out per infortunio), che comunque costituiscono un reparto difensivo di tutto rispetto. I giocatori del Real Madrid sono pronti e vogliono sollevare al cielo la loro undicesima Champions League della storia: Atletico Madrid permettendo.

Commenti