Coppa d'Africa, il Marocco rinuncia. Si disputerà in Guinea Equatoriale

La Federazione africana (Caf) ha annunciato oggi chi ospiterà la competizione. Lo Stato maghrebino aveva ritirato la candidatura per timori legati all'ebola

La Nigeria solleva la Coppa d'Africa vinta nel 2013
La Nigeria solleva la Coppa d'Africa vinta nel 2013

Il Marocco alla fine ha rinunciato. Spinto dai timori per una possibile diffusione del virus dell'ebola dall'Africa occidentale, lo Stato maghrebino ha chiuso le porte alla Coppa d'Africa, riaprendo i giochi per l'assegnazione del ruolo di ospite della competizione continentale.

A fare le veci del Paese, che nel frattempo è stato escluso dalla competizione per la rinuncia, la Federazione del calcio africana (Caf) ha chiamato la Guinea equatoriale, che ospiterà le gare dal 17 gennaio all'8 febbraio e come organizzatore accederà direttamente al torneo.

Un regalo importante per la selezione nazionale, che lo scorso luglio era stata squalificata per avere messo in campo un giocatore, Thierry Fidjeu, nato in Camerun e che pertanto non poteva essere schierato tra gli undici della Guinea. La scelta è stata ufficializzata oggi. Le quattro città dove di disputeranno gli incontri saranno Malabo, Bata, Mongomo e Ebebiyin.

Commenti