Sarri non digerisce la Juve: "Hanno vinto così i campionati..."

Nel post partita di Lazio-Juve il tecnico toscano ha criticato lo stile di gioco della squadra di Allegri

Sarri non digerisce la Juve: "Hanno vinto così i campionati..."

"Hanno vinto da Juve. Rigorino per il vantaggio e fase difensiva bassa solida e contropiede. È il modo in cui negli ultimi anni hanno vinto partite e campionati". Sono le parole di Maurizio Sarri, rilasciate ai microfoni di Lazio Style Channel, nel dopo partita di Lazio-Juventus.

Una sconfitta amara per il tecnico toscano, che ritrovava per la prima volta da ex la Vecchia Signora. I biancocelesti, senza Ciro Immobile, fanno un possesso palla sterile senza impensierire più di tanto la porta di Szczęsny. Più quadrata e cinica la Juve, dimostra una ritrovata solidità difensiva e si affida alla velocità di Cuadrado e Chiesa per ripartire in contropiede. Decisivi i due rigori, uno per tempo, trasformati da Leonardo Bonucci.

Il primo concesso dall'arbitro Di Bello per un contatto tra Cataldi e Morata, ha fatto imbufalire Sarri nel post partita: "Il primo rigore mi sembra un chiaro errore del Var - mastica amaro il tecnico della Lazio -. Cataldi entra davanti a Morata, che poi nel muoversi si scontra con lui. È quello che Gasperini chiama 'rigorino', li danno solo in Italia. Al di là dell'episodio del rigore, la conduzione non mi è piaciuta. Lasciamo perdere".

Oltre a lamentarsi dell’arbitraggio, Sarri si è tolto qualche sassolino dalla scarpa nei confronti dei bianconeri. Alle domande sulla disamina tattica del match, infatti non ha risparmiato critiche al modo di giocare della squadra di Massimiliano Allegri: "Noi abbiamo giocato bene, disunendoci solo nel finale per la voglia di recuperare il risultato. Non era facile. Abbiamo iniziato bene, poi ci siamo trovati sotto e la situazione si è complicata. Poi loro han cambiato modulo ed era difficile sfondare con 7-8 giocatori sotto la linea della palla. Il 77% di supremazia territoriale è un dato importante. Loro hanno vinto da Juve: rigorino per il vantaggio, fase difensiva bassa e contropiede. È il modo in cui loro hanno vinto partite e campionati".

In fondo sono quelle peculiarità che lo stesso tecnico toscano aveva provato ad eliminare nella sua annata sulla panchina della Juve, senza però riuscirci. tuttavia il rapporto con l'ambiente non è mai stato particolarmente idilliaco. A questo proposito non sono passati inosservati i cori dei tifosi bianconeri che ieri all'Olimpico lo hanno sbeffeggiato per la sconfitta. Su questo però Sarri tira dritto: "Dei tifosi della Juve non mi interessa niente, io alla Juve ho lavorato, non è che sono juventino. Ho vinto un campionato e sono contento di averlo vinto, ma finisce lì. Quello che cantano non mi tange". Adesso non resta che attendere l'accoglienza che gli sarà riservata, quando si siederà da avversario, sulla panchina dell'Allianz Stadium.

Segui già la nuova pagina Sport de ilGiornale.it?

Commenti