Sci, annullate le gare di Are per coronavirus: Brignone vince la coppa del mondo

Federica Brignone è la prima italiana a riuscire a vincere la coppa del mondo di sci e lo fa davanti alla Shiffrin e alla Vlhova

La coppa del mondo di sci si è chiusa con 30 gare complessive disputate sulle 41 in programma per via dell'emergenza coronavirus. Per questa ragione in campo femminile è Federica Brignone a vincere la coppa del mondo generale davanti alla fuoriclasse americana Mikaela Shiffrin, costretta a saltare le ultime gare per via della scomparsa improvvisa del padre, terza Petra Vlhova.

Are cancellata

Dopo aver annullato le gare in programma a Cortina la coppa del mondo femminile si era spostata in Svezia per le ultime decisive gare di una stagione dura, appassionante e ricca di colpi di scena. Un caso di coronavirus tra le persone coinvolte nelle gare di sci ha però creato il panico che ha così indotto il comitato organizzatore delle tre giorni in terra svedese ad annullare lo slalom parallelo, il gigante e lo slalom speciale.

La stagione di sci femminile, dunque si chiude così con ben 11 gare saltate per via di questa emergenza che è ormai diventata mondiale. In campo maschile, invece, sono previste le due ultime gare della stagione in Slovenia, a Kranjska Gora, rispettivamente un gigante e uno slalom speciale. Se dovessero disputarsi queste due gare, però, non ci sarebbe la presenza di atleti italiani per volere della Fisi idi non prendere parte alle gare per le misure stringenti del comitato organizzatore sloveno.

Federica da urlo

Federica Brignone, però, può fare meritatamente festa dato che nonostante tutto ha dimostrato di essere la più continua nell'arco di tutta questa travagliata stagione. La 29enne riesce così nell'impresa non riuscita a delle fuoriclasse del passato come ad esempio Deborah Compagnoni. La Brignone chiude così con 1378 punti totatli, più 153 sull'americana Shiffrin e più 189 sulla Vlhova che avrebbero sicuramente venduta cara la pelle in questi ultimi tre appuntamenti del campionato del mondo che invece si è chiusa con largo anticipo per l'emergenza mondiale del coronavirus.

La Brignone a distanza di anni riesce a prendersi la coppa del mondo generale come fecero grandi fuoriclasse del passato come Gustav Thoeni, Alberto Tomba e Piero Gros e questa è una grandissima notizia per lo sci italiano che torna a primeggiare dopo anni molto buoni in cui però mancava l'acuto finale che puntualmente è arrivato in questo 2020 con la grande Federica Brignone che è riuscita a portarsi a casa oltre alla classifica generale anche quella di combinata e quella dello slalom gigante, con quella di slalom speciale e di parallelo andranno a Petra Vlhova.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

parmenide

Gio, 12/03/2020 - 14:23

Certo è proprio vero che quando manca il gatto i topi ballano. La forzosa assenza della shiffrin ha condizionato questa coppetta del mondo 2019-2020 e il coronavirus ha fatto il resto