La serie B dribbla il Covid: torneo sospeso

Il caso Pescara induce i club a posticipare le ultime quattro giornate

La serie B dribbla il Covid: torneo sospeso

Il caso Pescara ha l'effetto di un terremoto sul campionato di serie B, costretto a rivoluzionare il calendario per concludere la stagione in maniera quanto più equamente possibile. Stop immediato al torneo, spazio prima ai recuperi e po, dal primo maggio, ripresa del campionato a tutti gli effetti per poi tuffarsi successivamente nei playoff e playout.

Tutto è capitato dopo il focolaio di Covid che ha colpito la squadra abruzzese con tanti tra giocatori e membri dello staff tecnico contagiati dal virus. E quindi è scesa, ancora una volta, in campo l'Asl come già visto più volte in questa martoriata stagione, anche nella massima serie, che superando e aggirando ogni protocollo siglato, ha bloccato ogni attività del Pescara calcio fino a lunedì 26. La prima delle tre partite rinviate degli abruzzesi dunque, quella contro l'Entella, è già stata messa in calendario per martedì 27. Intanto è certo che l'Assemblea della Lega Serie B riunita in via d'urgenza ieri ha deliberato lo slittamento del campionato per la 16ª, 17ª e 18ª giornata oltre che per la coda di playoff e playout. Le ultime quattro gare di campionato si giocheranno quindi il primo maggio, il 4, il 7 maggio per concludere la regular season il 10 con gli ultimi due turni che si giocheranno in contemporanea, salvo poter comunque essere disputate in più blocchi.

Per quanto riguarda playoff e playout invece il turno preliminare in gara secca, tra la 5ª classificata e l'8ª e tra la 6ª e la 7ª) si giocherà giovedì 13 maggio. Le semifinali di andata, che vedranno scendere in campo terza e quarta contro le vincenti dei preliminari, si giocheranno lunedì 17 con ritorno fissato il giorno 20. La finalissima che vale l'accesso in serie A si giocherà invece il 23 maggio, l'andata, e il 27 il ritorno. I playout, tra la 16ª e la 17ª si giocheranno invece il 15 e il 21 maggio. A questo punto non saranno più ammesse deroghe o slittamenti perché l'Europeo incombe e quindi sì, con squadre non al completo (soprattutto per quanto riguarda gli stranieri) la competizione finale sarebbe oltremodo falsata, alla faccia di ogni protocollo e decisione.

Un problema che riguarda anche la serie A, con la gara tra Lazio e Torino ancora da disputare. In attesa del pronunciamento del consiglio di garanzia del Coni che dovrebbe dare il via libera alla disputa della gara cancellata per i il focolaio in casa granata il cui 0-3 a tavolino è stato cancellato, la data fissata sembra quella del 19 maggio, quando i giochi potrebbero essere già chiusi per entrambe le squadre, con i rispettivi obiettivi di salvezza e lotta Champions in archivio. Serie caos a tutti i livelli.