La frase sussurrata a Ibrahimovic poco prima del tiro: "Sbagliato..."

Il portiere del Verona Silvestri ha provato ad irretire, riuscendoci, Ibrahimovic che ha poi fallito il calcio di rigore. Quarto errore dal dischetto per lo svedese in stagione

Zlatan Ibrahimovic è l'uomo in più del Milan nel bene e nel "male". Il fuoriclasse svedese riesce a fare la differenza anche alla veneranda età di 39 anni e contro il Verona di Juric è stato dominante in tutti i sensi. L'ex attaccante di Ajax, Psg, Juventus ed Inter ha siglato il gol del 2-2 finale con un sontuoso colpo di testa ma prima di realizzare la rete che ha permesso al Milan di non uscire sconfitto dal campo ha colpito un incrocio dei pali di testa costringendo il portiere Silvestri a due grandi parate. Non solo, perché lo svedese sul risultato di 1-2 in favore dei gialloblù ha fallito incredibilmente un calcio di rigore che portano a quota 4 gli errori di Zlatan su 6 penalty calciati (contro Cagliari e Inter in campionato, più il rigore fallito in Europa League contro lo Sparta Praga).

Il siparietto con Silvestri

Il portiere del Verona Silvestri ha provato ad irretire Ibrahimovic qualche istante prima che calciasse alle stelle il rigore. "L'ultimo rigore lo hai sbagliato, eh?!", la frase del numero uno dei veneti al 39enne di Malmo che puntualmente ha fallito il penalty. Al termine del match l'attaccante del Milan si è presentato davanti alle telecamere per commentare la partita e il rigore da lui fallito: "La prossima volta li faccio tirare a Kessie...", inizia così il suo discorso un ironico Ibra.

"Le parole di Silvestri? Non le ho sentite...Comunque aveva ragione a dire che l’ultimo rigore l’ho sbagliato. Non riusciamo sempre ad essere al 100%, con tutte queste partite, la sosta mi farà riposare", questo il commento di Zlatan che ha dimostrato di aver digerito l'errore dagli undici metri. Chiusura con il botto con Ibra che crede fortemente nello scudetto: "Bisogna avere degli obiettivi, non giochiamo solo per il gusto di farlo. Perlomeno questa è la mia mentalità, la mia filosofia. I difensori italiani sono più deboli rispetto al passato? Sono io che sono più forte. Anzi Verona e Atalanta lottano per e parti alte".

Ibra ha affermato come la prossima volta farà calciare il rigore a Kessie, praticamente impeccabile dagli undici metri, ma vedremo se al prossiomo penalty in favore del Milan lascerà davvero questa responsabilità al compagno di squadra ivoriano o se tenterà per l'ultima volta di prendersi la gloria.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.