Tanaka, tedofora record a 118 anni

La nonnina è la donna più vecchia del mondo. Porterà la torcia a Tokyo

È sopravvissuta a due guerre mondiali, due tsunami, un terremoto e (per ora) pure alla pandemia Covid-19. Alla veneranda età di 117 anni e 311 giorni Kane Tanaka, nata il 2 gennaio 1903, risulta attualmente la donna più anziana della Terra. Dopo essere entrata nel Guinness dei Primati per la sua longevità, ora questa arzilla giapponese è pronta a battere un altro record: quello della tedofora più anziana.

Se il destino non le farà scherzi da qui all'11 maggio, giorno nel quale la fiaccola attraverserà Shime, località della prefettura di Fukuoka, la tedofora Kane Tanaka potrà battere il record precedente stabilito dalla brasiliana Aida Mendes, detta Nonna Iaia, che nel 2016 sollevò la torcia olimpica di Rio all'età di 107 anni e che è scomparsa ad aprile di quest'anno. Per l'esattezza, l'anziana giapponese porterà la torcia per un tratto di 200 metri, seduta sulla sua sedia a rotelle e spinta dai suoi familiari. Quel giorno, Kane Tanaka avrà 118 anni e 129 giorni.

Il nipote Eiji ha spiegato che ci sono dubbi sulla sua capacità fisica di partecipare all'evento commemorativo, già posticipato di un anno a causa della pandemia, ma la considera un'opportunità per insegnare al mondo che la speranza di vivere non ha limiti. «Saremo felici se le persone, guardando mia nonna portare la torcia e in buona salute, penseranno di poter avere anche loro una lunga vita» ha dichiarato al giornale Kyushu News.

Ma qual è il segreto di questa longevità? Semplice: una dieta equilibrata di riso, zuppa, pesciolini e molta acqua. Che ha reso la signora Kane la terza persona nella storia con più anni, dietro soltanto alla francese Jeanne Calment (122 anni) e all'americana Sarah Knauss (119 anni), entrambe decedute.

Ieri, intanto, a Tokyo la curva dei contagi ha subito una forte impennata. Più di 100mila le persone contagiate nella città olimpica. In attesa del tanto sospirato vaccino, però, il comitato organizzatore non si spaventa. Anche in un momento del genere, «l'organizzazione dei Giochi va avanti», ha fatto intendere Bach, il capo dello sport mondiale. Come la vita di Kane Tanaka, che aveva soltanto nove anni quando gli atleti giapponesi parteciparono per la prima volta alle Olimpiadi nel 1912. Ora la stessa Kane spera e si augura di poter assistere alla sua 31ª edizione dei Giochi. Il cui motto olimpico ufficiale in lingua latina è: Citius! Altius! Fortius!, che tradotto significa «Più veloce! Più in alto! Più forte!». E perché no, più longevo?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

QuantoBasta

Lun, 09/11/2020 - 12:09

In Italia sarebbe già in una cassa per decreto, su suggerimento dell'INPS !!!